Incidenti stradali, quali sono le cause più frequenti

19056 0
19056 0

I dati ISTAT 2019 forniscono i numeri sulle cause principali degli incidenti stradali in Italia. Nei primi tre mesi dell’anno scorso c’è stato un leggero incremento degli incidenti, rispetto allo stesso periodo del 2018. Il numero dei decessi è però inferiore tranne che per il mese di agosto, in cui, nonostante la diminuzione dei sinistri si è verificato un aumento delle morti.

Viceversa, i mesi in cui sono avvenuti più incidenti, hanno registrato un minor numero di sinistri mortali. Nei primi quattro week-end di giugno 2019, 70 conducenti di scooter e ciclomotori hanno perduto la vita. Questo perché i conducenti di mezzi a due ruote sono categorie estremamente a rischio.

Quali sono le cause principali degli incidenti stradali

Secondo i dati statistici resi noti dall’ANAS la distrazione è causa principale degli incidenti stradali. La distrazione, è a sua volta dovuta ad eccessiva stanchezza, mancanza di sonno, stile di vita non regolare, alterazione dei ritmi biologici.

L’Istituto Piepoli ha condotto gli studi su commissione di ANAS S.p.A. e con il patrocinio del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.Nervosismo, stress e calo d’attenzione sono alcune delle cause più ricorrenti di incidenti, ma anche l’assunzione di sostanze stupefacenti e alcool che, alterando lo stato di coscienza, aumentano in modo esponenziale le probabilità del verificarsi di incidenti mortali sulle strade.

Dagli studi condotti poi, emerge chiaramente che la causa più preoccupante di incidenti stradali è l’uso eccessivo dello smartphone, che distrae e distoglie l’attenzione dalla guida.

incidenti stradali

Anche le condizioni del fondo stradale se è bagnato per la pioggia o dissestato o ghiacciato per la neve, possono essere causa di incidenti, a questo si aggiunga la scarsa visibilità dovuta a volte a banchi di nebbia. In tutti questi casi è meglio moderare la velocità. È importante anche una buona manutenzione del proprio mezzo, auto o moto che sia, per poter viaggiare in sicurezza.

Bisogna poi seguire scrupolosamente le prescrizioni del Codice della Strada: dai limiti di velocità, alla segnaletica orizzontale e verticale.

In caso di incidente stradale bisogna chiamare prima il 118. Se si ritiene di aver causato l’incidente, per guida in stato di ebbrezza, bisogna rivolgersi ad un avvocato e chiamare il soccorso stradale.

Il 23 marzo 2016 è entrata in vigore la legge sull’omicidio stradale: la n. 41/2016 che introduce il reato di omicidio stradale, enunciato dall’articolo 589 bis del c.p., e quello riguardante le lesioni personali stradali, trattato nell’articolo 590 bis.

Ultima modifica: 3 Marzo 2020