Incidente in auto, guida alla constatazione amichevole

1953 0
1953 0

La CAI, Constatazione Amichevole di Incidente, è un modulo tramite cui i conducenti coinvolti in un sinistro descrivono le circostanze dell’incidente. Il documento vale come denuncia del sinistro: se firmato da entrambe le parti abbrevia le tempistiche del risarcimento.

Il modulo di Constatazione Amichevole d’Incidente

L’incidente stradale è un evento spiacevole che ogni guidatore deve purtroppo preventivare. Quando si verifica è buona norma compilare la Constatazione Amichevole d’Incidente (CAI), un documento con cui le parti coinvolte dichiarano la dinamica di quanto accaduto. Il relativo modulo viene fornito dalla compagnia assicurativa al momento della stipula della polizza RC Auto.

La Constatazione Amichevole d’Incidente vale come denuncia del sinistro e deve essere consegnata all’assicuratore entro tre giorni da quello dell’incidente. Il modulo è costituito da due pagine, presenti in quattro copie. La prima pagina contiene 15 diversi campi: i primi 5 identificano la data, l’ora e il luogo dell’incidente (Comune, provincia e indirizzo), l’indicazione di eventuali feriti, i danni materiali che non riguardano i due veicoli coinvolti e gli eventuali testimoni. 

Dal campo 6 al 12 il modulo si sdoppia con due sezioni simmetriche, una dedicata al veicolo A e l’altra al veicolo B, in cui devono essere riportati i dati relativi agli assicurati, i danni dei veicoli, i dati delle compagnie di assicurazione (la denominazione, il numero della polizza, il periodo di validità, la filiale di riferimento) e dei conducenti (se diversi dagli assicurati).

La sezione 13 riguarda invece uno spazio comune in cui deve essere riportata graficamente la dinamica del sinistro, mentre la sezione 14 e 15 riguardano rispettivamente le osservazioni e le firme dei conducenti.

Nella seconda pagina sono invece riportate altre informazioni, quali l’eventuale intervento delle forze dell’ordine (specificando se Polizia, Carabinieri o Vigili Urbani), e i dati degli eventuali testimoni (già riportati nella prima pagina) e feriti.

La firma congiunta di entrambi i conducenti comporta l’accordo sulla dinamica dell’incidente. La Constatazione Amichevole d’Incidente può essere compilata anche se i guidatori non sono d’accordo tra loro: in questo caso, il modulo sarà firmato solo da un conducente e redatto per la parte relativa al proprio veicolo.

Cosa sapere sul risarcimento del danno e tempistiche

La CAI firmata da entrambe le parti consente di velocizzare la gestione del sinistro, oltre a consentire l’attivazione del risarcimento diretto: la procedura che consente al danneggiato di inviare la richiesta di risarcimento direttamente alla propria compagnia.

L’indennizzo diretto non potrà essere avviato quando sono coinvolti più veicoli responsabili e se il conducente ha riportato gravi lesioni fisiche (con una invalidità permanente superiore al 9%). In tali casi, sarà necessaria la procedura di risarcimento ordinario, in cui la richiesta di liquidazione danni viene inoltrata alla compagnia del responsabile del sinistro.

A prescindere dalla procedura, la compagnia dovrà proporre all’assicurato/danneggiato un’offerta entro questi termini:

  • 30 giorni in caso di danni alle sole cose e se il modulo blu è stato firmato da entrambi i conducenti;
  • 60 giorni se il modulo blu è stato firmato dal solo danneggiato;
  • 90 giorni se si sono verificati anche danni alle persone.

La constatazione amichevole di incidente vale a tutti gli effetti come denuncia di sinistro.

La constatazione amichevole di incidente intesa come accordo tra le parti

Il Modulo Blu per la constatazione amichevole di incidente (CAI) è solitamente fornito dalla propria compagnia assicurativa al momento della sottoscrizione di una polizza RC Auto. Si tratta di un modulo reperibile online sui siti delle diverse compagnie. 

Ciascuno dei conducenti dei veicoli coinvolti nell’incidente deve consegnare una copia firmata da tutte le parti (entro tre giorni dalla data del sinistro) e nel caso in cui uno dei soggetti coinvolti si rifiutasse di firmare, il danneggiato potrà sempre compilare ugualmente il modulo per riportare la propria versione dei fatti da far valere in sede processuale. A tal fine sarà anche utile accertarsi della presenza sulla scena dell’incidente di eventuali testimoni.

La compilazione della constatazione amichevole di incidente è la maniera più semplice per poter ottenere il giusto indennizzo per il risarcimento danni in seguito a un sinistro tra due o più veicoli. Compilare questo tipo di modulo è un procedimento che richiede relativamente poco tempo e che ha bisogno di una serie di dati che non possono mancare.

L’ideale, quando possibile, è di compilarlo appena il sinistro si sia verificato, per poter descrivere nel dettaglio e al meglio la reale dinamica dell’accaduto. Questo ovviamente, solo una volta messe in sicurezza le persone coinvolte gli altri utenti della strada. 

Conclusioni

Le istruzioni per la compilazione dei 15 punti che compongono il modulo sono riportate sull’ultimo foglio. Le informazioni necessarie per poter riempire correttamente la constatazione amichevole sono, oltre che quelli di data ora e luogo dell’incidente, le seguenti:

  • dati anagrafici e numeri di telefono dei conducenti e dei proprietari degli autoveicoli (se diversi dai conducenti);
  • RC Auto, tipo e targa dei mezzi coinvolti;
  • generalità di eventuali feriti;
  • generalità di eventuali testimoni;
  • autorità eventualmente intervenute.

La parte più importante del modulo per stabilire le responsabilità da attribuire a uno dei soggetti coinvolti è quella relativa alla dinamica dell’incidente, che va riportata con una descrizione dettagliata che descriva anche dei danni materiali visibili. Per farlo, sul modulo è disponibile anche uno spazio su cui è consigliato disegnare la posizione dei veicoli al momento del sinistro e la morfologia delle strade in cui si è verificato il fatto (a tal fine può essere utile allegare prove documentali come le foto).

Quali sono i tempi per il risarcimento con la constatazione amichevole 

Nel caso di constatazione amichevole, le rispettive compagnie non hanno la necessità di verificare le modalità del sinistro, dato che sono disponibili presso la controparte: ne consegue che allo scadere di 30 giorni dalla data dell’incidente, verrà effettuata l’offerta di risarcimento, a patto che non vi siano stati danni alle persone. 

Se la constatazione amichevole non fosse compilata da tutte le parti coinvolte nel sinistro, l’offerta della compagnia (sempre in assenza di feriti) dovrà arrivare entro 60 giorni. Sono 90 invece i giorni previsti per l’offerta di risarcimento nel caso di incidenti con persone rimaste ferite.

Ultima modifica: 25 Novembre 2022