Guidare un’auto elettrica risulta davvero più piacevole?

1750 0
1750 0

Il passaggio dalle auto mosse da motore a scoppio ad un auto elettrica è sicuramente interessante; si tratta di vetture più silenziose le cui vibrazioni sono appena percettibili e il cui motore a tratti sembra spegnersi quando in realtà si muove con la trazione elettrica. Passare ai veicoli ‘full electric’ è un passaggio ancora più estremo: nessun rumore, nessuna sensazione che arriva dal motore e dall’aumento del numero di giri. Tutto è silenzioso. Una sensazione che molto spesso spiazza.

Auto elettrica, un impatto soprendente

Se è vero che le auto elettriche non hanno ancora una diffusione tale da poter soppiantare i modelli tradizionali va anche sottolineato che i progressi compiuti dai mezzi ecologici negli ultimi anni sono stati assolutamente straordinari. Il pubblico è rimasto colpito, forse addirittura spiazzato dalla novità e sta ancora cercando di farci l’abitudine.

Qualche settimana fa è stato invitato a provare un’auto elettrica Jason Kay, che con questo nome forse non è molto conosciuto al grande pubblico, ma è l’artista che ha fondato e creato i Jamiroquai una band, o forse sarebbe meglio dire un progetto, che lo coinvolge al 100% e del quale è l’unico autore. Jason è un grande intenditore di auto sportive, un appassionato e maniacale collezionista che nel proprio garage ha Ferrari, Lamborghini, Aston Martin, Bentley e molto altro. L’unica cosa che Jason ama più delle macchine sportive che spesso compaiono all’interno dei suoi video sono gli elicotteri e gli aerei che pilota personalmente.

Jason Kay e le auto elettriche

Una popolare trasmissione inglese gli ha chiesto di provare un’auto elettrica, nulla di più lontano dalla sua esperienza e dalla sua passione per le auto da corsa: “

È stato surreale ma molto interessante – ha detto il musicista in studio dopo aver testato una Tesla – il fatto di non sentire assolutamente nulla dal motore è sconcertante ma una volta che ci hai fatto l’abitudine diventa bello poter sentire meglio la musica o la persona con cui viaggi. I progetti elettrici sono graficamente molto interessanti e innovativi, il cruscotto è bellissimo, molto più coinvolgente di quelli di mezzi sportivi tradizionali ma per un automobilista ancora legato alle prestazioni come me niente può sostituire il piacere di un’auto veloce

Dunque… una bella esperienza, interessante, nuova ma ancora non all’altezza delle auto e il gap aumenta se siamo abituati a macchine veloci e sportive: questione di tempo. Il futuro forse non sarà elettrico, non a breve e non completamente per lo meno ma questa sensazione di sorpresa sta diventando molto comune tra chi sale per la prima volta su un mezzo a zero emissioni.

Ultima modifica: 26 Agosto 2019