Guida con cambio automatico: tutti i vantaggi

288 0
288 0

C’è chi non potrebbe mai fare a meno dal cambio automatico, quasi fosse esistito da sempre. E chi, al contrario, accetterà questa opzione solo il giorno in cui sparirà dal mercato l’ultima automobile con la leva delle marce.

Cambio automatico: cos’è

Da decenni ormai, le vetture con cambio automatico sono molto diffuse e riscuotono consensi crescenti. In effetti si tratta di un sistema che presenta molti punti di forza, che tra un attimo andremo a considerare. C’è però una non trascurabile fetta di utenti, soprattutto tra gli appassionati dei motori, che non ama questa tecnologia.

Il cambio automatico si può definire in sintesi come quel componente meccanico che negli autoveicoli provvede automaticamente a variare il rapporto di trasmissione, senza la necessità dell’intervento da parte di chi è al volante.

Si tratta di una tipologia costruttiva sempre più praticata dalle case produttrici, e che è un must da anni soprattutto nel mondo anglosassone e negli Stati Uniti in particolare. Pochi però sanno che probabilmente il primo dispositivo in assoluto fu inventato in Italia nella prima metà del Novecento e registrato nel 1931 da Elio Trenta, un inventore umbro. Chissà cosa avrebbe potuto regalare al mondo se fosse vissuto oltre i suoi 21 anni!

I vantaggi

Per molti il vantaggio principale del cambio automatico è nella maggiore semplicità di questo sistema che consente di potersi maggiormente rilassare nei viaggi più lunghi, ma anche nel traffico di città.

Le auto con cambio automatico sono caratterizzate dall’avere soltanto i pedali dell’acceleratore e del freno, senza la tradizionale leva del cambio a più marce. Ciò consente quindi di guidare utilizzando solo la gamba destra e senza dover mai staccare le mani dal volante.

Oltre a potersi consentire una guida meno nevrotica e stressante, anche fisicamente, la guida con cambio automatico presenta altri vantaggi. Uno dei punti di forza principali del sistema è l’impossibilità che la vettura “muoia sotto” come si usa dire comunemente, ovvero che il motore si spenga a causa dell’errato inserimento della marcia a frizione sollevata.

In pratica un’automobile con cambio automatico non si spegne se non si disattiva appositamente. Il non dover stare continuamente a innestare e disinserire marce con la leva innalza implicitamente il livello di sicurezza in quanto non possono verificarsi schianti per mancata decelerazione, così come poter tenere i piedi comodamente fermi sul pianale rende molto più distesa la guida.

Pensate alle partenze in salita: un incubo per tanti guidatori, che diventano uno scherzo con il cambio automatico perché la vettura non potrà scivolare all’indietro. Da ultimo, ma non per importanza, da non trascurare affatto le ricadute positive in termini ambientali: la trasmissione automatizzata garantisce una erogazione del carburante più regolare e abbatte le emissioni da sfregamento dei freni.

Ultima modifica: 20 luglio 2022