Guida sicura: cosa sapere

1244 0
1244 0

Quando si parla di guida sicura, si fa riferimento non soltanto alla capacità di condurre un veicolo alla perfezione a livello tecnico, ma anche rispettando le norme sulla sicurezza. Non abbiamo scoperto niente, è vero, eppure troppe volte questa assoluta banalità viene dimenticata o non praticata come si dovrebbe. Una guida sicura necessita anche di precise nozioni teorico-pratiche. Di seguito un excursus sintetico di ciò che c’è da sapere sulla guida sicura.

Cosa dice il Codice della Strada

Stella polare di tutti i comportamenti al volante è il Codice della Strada, da seguire alla lettera. Per guidare veicoli ad uso personale è sufficiente avere il necessario titolo di abilitazione alla guida, ma se bisogna condurre mezzi per trasportare altre persone (o cose) per un’attività professionale occorre dotarsi anche di Certificazione di qualificazione del conducente (CQC).

Gli aspetti basilari cui fare attenzione per una guida sicura sono, in sintesi: condizioni della superficie stradale; condizioni meteorologiche; rispetto della segnaletica verticale e orizzontale.

Il manto stradale, a seconda delle condizioni di manutenzione e meteorologiche, può determinare maggiore o minore aderenza del veicolo che si conduce, e quindi incide su stabilità e sicurezza nelle manovre.

A questo si aggiunge ovviamente il rigoroso rispetto delle condizioni di efficienza del veicolo, nella forma e nei tempi previsti dalla legge. Oltre ai cardini generali, ci sono specifiche nozioni da conoscere in funzione del tipo di utilizzo dei veicoli che facciamo. Il concetto (e la pratica) di guida sicura mutano a seconda che la si effettui in ambito urbano o in autostrada.

Altre disposizioni

Sono ben diversi innanzitutto i limiti di velocità. Differiscono sensibilmente le condizioni dell’arteria, la densità dei veicoli circolanti, la presenza di altri utenti della strada (pedoni, animali, elementi di arredo urbano).

Per tutelare la sicurezza dei passeggeri, che si tratti di percorso urbano o autostradale, è obbligatorio garantire l’attuazione dei sistemi di sicurezza attivi e passivi come le cinture per gli automobilisti e i caschi per i motociclisti. Guida sicura vuol dire rispettare con la massima attenzione i limiti di velocità, la segnaletica, le norme sulla condizione psico-fisica dei guidatori.

L’alcol va ridotto se non eliminato del tutto e non è chiaramente ammesso l’utilizzo di sostanze stupefacenti. Negli ultimi anni è subentrata un’autentica piaga per la sicurezza stradale: l’utilizzo dei telefonini alla guida che causa un gran numero di incidenti ogni anno. Non a caso da qualche anno è stata introdotta anche l’omicidio stradale come fattispecie di reato. Fondamentale inoltre è conoscere le disposizioni normative riguardanti specificamente il trasporto di minori o donne in gravidanza.

Ultima modifica: 20 Luglio 2022