Gomme quattro stagioni: i limiti

2795 0
2795 0

Le gomme quattro stagioni sono molto diffuse in diversi Paesi europei. Il 65% degli automobilisti europei non sostituisce gli pneumatici estivi con gomme invernali. Montando le gomme 4 stagioni il problema della sicurezza è risolto.

Elementi delle gomme quattro stagioni

Sono tantissimi gli automobilisti che ogni anno optano per l’utilizzo di gomme quattro stagioni. Queste, a differenza degli pneumatici estivi o invernali, presentano alcuni elementi caratterizzanti tra i quali la mescola. Questa comprende un maggior contenuto di silice rispetto alle gomme estive; questo elemento fa si che rimanga morbida anche nel caso di temperature inferiori ai 7 gradi centigradi.

Prestazioni delle gomme quattro stagioni

In generale gli pneumatici all season sviluppano una minore aderenza su neve e ghiaccio rispetto alle gomme termiche, questo perché le lamelle del battistrada sono meno profonde e aderiscono in modo meno efficace al terreno. Anche i tempi di frenata non sono uguali: con le gomme invernali sono più ridotti. Le performance su fondi sterrati o sporchi hanno invece fatto registrare una buona aderenza.

Limiti delle gomme quattro stagioni

Ci sono diversi modelli e marchi di gomme 4 stagioni. Se si scende di qualità le performance peggiorano: la resa su fondi asciutti è simile a quella delle gomme estive, anche se gli pneumatici 4 stagioni risultano più rumorosi, meno precisi e con consumi più alti. Il Touring Club svizzero ha fatto dei test dai quali risulta che la maggior parte degli pneumatici quattro stagioni tradizionali ha prestazioni pessime, con risultati (in termini di tenuta di strada e spazi di frenata) peggiori degli pneumatici invernali su bagnato o neve, e inferiori anche agli pneumatici estivi in condizioni climatiche primaverili o estive. L’autorevole rivista automobilistica tedesca AutoBild, ha analizzato 10 modelli di gomme “Alla season” tra i più diffusi sul mercato, mettendo alla prova la loro affidabilità in diverse condizioni di fondo stradale. I migliori pneumatici “quattro stagioni” risultano:

  • Vredestein Quatrac5;
  • Michelin CrossClimate SUV;
  • Continental AllSeason Contact.

Quest’ultimo ha eccellenti qualità sulla neve e nella guida sul fondo bagnato risulta piuttosto maneggevole. Presenta anche la migliore resistenza al rotolamento ed è silenzioso e confortevole. All’asciutto non dà il massimo. Se si percorrono pochi km l’anno la spesa totale del cambio gomme stagionali sarà certamente più alta rispetto a un solo treno di gomme 4 stagioni. Per un buon risparmio, bisogna far caso ai chilometri che si percorrono.

Ultima modifica: 14 Giugno 2021