Frizione pedale: cos’è, a cosa serve e come funziona

60716 0
60716 0

La frizione pedale è un elemento fondamentale in ogni vettura con cambio manuale. Scopriamo cos’è, a cosa serve e come funziona.

Cos’è la frizione del pedale

La frizione pedale è l’elemento che permette di attivare la frizione nelle macchine con cambio manuale. Questa viene azionata per scalare le marce, per controllare la macchina nelle situazioni di bassa velocità, per farla partire e per arrestarla. Si tratta di un componente piuttosto delicato e soggetto ad usura, per cui è preferibile non abusarne. Ovviamente in città, rispetto che in autostrada, la frizione pedale verrà sforzata in maniera più frequente.

A cosa serve la frizione del pedale

La funzione della frizione pedale è quella di modificare il rapporto del cambio senza che ci sia alcuna interferenza con il movimento rotatorio del motore. In questo modo non si corre il rischio che la vettura si spenga tra un passaggio e l’altro.

Funzionamento frizione del pedale

Il sistema di funzionamento del pedale della frizione è caratterizzato dalla presenza di tre elementi fondamentali. Questi sono: il disco frizione, lo spingidisco e il cuscinetto reggispinta (o di disinnesto). Il disco della frizione è provvisto di molle parastrappi in modo da rendere l’innesto meno brusco. Nella parte esterna è presente del materiale di attrito. Il foro centrale è invece dotato di un profilo scanalato per adattarsi allo stesso presente nell’albero del cambio. Lo spingidisco ha invece, il compito di far avanzare e premere il disco contro il volano del motore. È composto da un disco in acciaio a cui è stato collegato un gruppo di lamelle. La funzione del cuscinetto reggispinta, posizionato al centro dello spingidisco è invece, quella di agire sul meccanismo anche in fase di rotazione. È ad azionamento idraulico o meccanico.

Quando si preme la frizione pedale, il cuscinetto reggispinta riceve il movimento e fa indietreggiare lo spingidisco. In questo momento è possibile inserire un’altra marcia poiché il movimento del motore non è più trasmesso al cambio. Se invece la frizione pedale viene rilasciata, lo spingidisco e il cuscinetto di disinnesto si muovono verso il volano del motore. Quindi il primo preme sul disco della frizione per farlo aderire a poco a poco al volano finché la velocità di rotazione, per merito dell’attrito, non sarà la stessa. A questo punto il disco frizione si innesta di nuovo sul profilo scanalato e trasferisce il moto all’albero del cambio.

Ultima modifica: 28 Novembre 2017