Disco orario: come funziona e dove si mette

173968 0
173968 0

Il disco orario, regolamentato dall’articolo 157 del “Nuovo codice della strada”, è un dispositivo atto a facilitare il controllo e la durata della sosta delle auto. Come indicato dalla legge adibita, deve essere utilizzato in alcuni parcheggi ove esistono strisce blu o segnali specifici.

Come funziona, orari e regolamento

Il disco orario è un accessorio comunemente in dotazione su tutte le auto, di colore blu in cartone plastificato di rettangolo e con una dimensione di circa 10 x 12 cm e con una finestrella dalla quale si può vedere l’orario che s’indicata girando manualmente un dischetto bianco che si muove all’interno del cartoncino blu grazie ad un perno.

Ne esistono anche di altre tipologie ma comunque deve essere conforme al modello prescritto dal Codice della Strada. Un dettaglio per identificare che sia il tipo giusto è che abbia la scritta “ ora di arrivo “ e l’indicazione di tutte le ore del giorno.

Il disco orario va esposto sul cruscotto allo scopo di agevolare il controllo e la limitazione della sosta delle vetture nei parcheggi, esclusivamente parcheggi delimitati dalle strisce sulla carreggiata di colore blu oppure in presenza dal segnale stradale verticale apposito.

Vediamo nel dettaglio come va esposto per evitare sanzioni da parte della Polizia Municipale per averlo utilizzato in maniera errata.

Se l’auto è lasciata in un parcheggio a pagamento ovvero contrassegnato dalle strisce blu o alla presenza del segnale stradale a forma di rettangolo blu con una P di colore bianco e una freccia bianca con i numeri in nero allora dobbiamo sempre e necessariamente ricordarci di esporre il disco orario sul cruscotto. Il segnale verticale indicherà l’obbligo di esposizione del disco orario e per quanto tempo p consentito lo stazionamento delle auto, specificando l’orario consentito e i giorni, per es nei giorni feriali dal lunedì il sabato dalle ore 8 alle ore 13 massimo per 30 minuti.

Dopo aver parcheggiato la nostra vettura sulle strisce blu, basterà indicare l’orario di arrivo sul disco orario e quindi l’inizio della sosta dopo di che porre il dispositivo sul parabrezza o sul cruscotto dentro la nostra automobile affinché sia ben visibile per il controllo.

Il disco orario, la cui normativa è esposta nell’articolo 157 del  “Nuovo codice della strada”, dovrà per regolamento essere sempre esposto, anche se il perimetro del parcheggio non è delimitato da strisce blu ma sempre alla presenza del segnale stradale verticale che indica l’icona del disco orario di cui sopra.

Esistono poi le aree gratuite di sosta contrassegnate da strisce bianche, in questo caso il disco orario permette di sostare contrassegnando l’orario nel periodo limitato consentito e deve essere obbligatoriamente esposto. I vigili e gli ausiliari del traffico se non dovessero vedere il disco orario correttamente esibito sanzioneranno la sosta del conducente.

Sanzioni

La multa per mancata esposizione del disco o il superamento dell’orario limite è di 38 euro.

Quando ci si trova in aree di parcheggio a tempo limitato, regolamentate dall’uso del disco orario, per i veicoli al servizio di persone diversamente abili è utile sapere che vige una normativa differente, infatti, questi automobilisti non sono obbligati a rispettare il limite di tempo stabiliti per la sosta.

Dove si compra e prezzo

Il classico disco orario si può acquistare sia in un negozio di tabacchi che on line, i prezzi partono dai 3 euro fino alle cinque circa. Si trovano spesso anche presso i benzinai, le concessionarie e le compagnie assicurative sovente lo danno come gadget omaggio.

Disco orario automatico

Il disco orario automatico è un disco dotato di un meccanismo che si alimenta a batteria, basta attivarlo inserendo la pila sul retro e dopodiché basterà regolare l’orario come su una sveglia. Quando la sosta sarà finita, la levetta run del disco ripristinerà automaticamente l’orario desiderato. Il motorino sposterà continuamente in avanti la lancetta dell’orario d’arrivo e quindi anche quello della fine sosta.

Si ricorda che questo dispositivo dotato di trucchetto da furbi non è legale. Lo strumento è facilmente reperibile ma chi lo usa non deve sottovalutare le conseguenze penali, può scattare la denuncia penale se la sosta è in un’area a pagamento in questo caso, la multa può arrivare anche a 1.500 euro, se invece l’area non è una sosta tariffata, la sanzione amministrativa è di circa 169 euro.

Disco orario elettronico

Per i più tecnologici invece che hanno da tempo archiviato tutto ciò che ha le sembianze della carta, esiste un modello elettronico di disco orario acquistabile a poco più di 100 euro e da collocare sul cruscotto comodamente, garantisce la precisione dell’ora grazie ad un radio segnale internazionale e durante la guida funge da normale orologio digitale.

Disco orario motorizzato

A proposito di disco orario automatizzato, qualche anno fa furono escogitati da alcuni bizzarri inventori il disco orari motorizzati per evitare di attenersi agli orari vincolanti prestabiliti dalla segnaletica stradale e prendersi gioco della Polizia municipale ma furono segnalati alle autorità, smascherati e denunciati per truffa.

Pertanto attenzione a cadere in tentazione, purtroppo si tratta di un fenomeno di espansione anche perché l’acquisto di quest’oggetto sul web è veloce e di facile reperibilità, ma esiste la sottovalutazione del problema e delle relative conseguenze.

Questo dispositivo si aggiorna automaticamente, il motore è alimentato sa semplici pile, apparentemente sembra un disco orario classico e usuale ma l’orario si aggiorna spostando avanti l’ora di arrivo al parcheggio. Esiste anche il modello in versione digitale con lo stesso meccanismo illegale in commercio.

Fai da te

Costruire un disco orario fai da te è un lavoretto creativo e molto semplice da poter far fare anche ai propri bambini, si potrà fare un modello simpatico per esempio ritagliando un cartoncino a forma di vigile, colorarlo e riunirlo con un fermacampione al disco mobile con i numeri sarà certamente molto facile.

Su internet possibile trovare anche molti siti di bricolage da cui è possibile scaricare sagome e cartamodelli, idee alternative come per es i modelli in feltro colorati e simpaticissimi! On line per chi fosse creativo meno pratico e con scarsa dimestichezza artistica, manuale esiste dei siti che vendono gadget personalizzati dove per es si può appunto creare un disco orario come si vuole personalizzandone la custodia con marchi o loghi e di differenti colori.

Ultima modifica: 23 Marzo 2018