A cosa serve il bluetooth in auto

15818 0
15818 0

Il bluetooth serve a connettere dispositivi elettronici e a scambiare dati. In pratica, tutte quelle operazioni che facciamo con estrema semplicità – per esempio l’utilizzo della vivavoce quando siamo in automobile – sono possibili grazie all’esistenza e all’impiego del bluetooth. Ma vediamo nel dettaglio di che cosa si tratta.

Definizione di bluetooth

Le ultimissime generazioni lo danno per scontato, mentre molti altri hanno dovuto nel tempo familiarizzare con il termine bluetooth, magari continuando a utilizzarlo impropriamente, magari confondendolo con il Wi-fi. A tal proposito, diciamolo chiaramente: sono due “cose” certamente simili per alcuni versi, ma estremamente differenti dal punto di vista tecnico e tecnologico. Detto questo, che cosa significa, esattamente, bluetooth? La definizione univoca e maggiormente accettata recita quanto segue: “il bluetooth è uno standard tecnico-industriale che permette la trasmissione di dati per reti personali senza fili”. In altre parole – che fatichiamo a definire semplici – il bluetooth permette di scambiare dati tra dispositivi diversi, utilizzando una frequenza a corto raggio. In pratica, come per magia, grazie all’utilizzo del bluetooth si possono scambiare dati tra diversi dispositivi, per esempio cellulare con cellulare, tablet con smartphone e così via.

Un esempio che chiarifica molto, anche se poco centrato con il discorso automotive, è quello legato alla stampa dei documenti. Grazie al bluetooth, infatti, si può stampare un documento senza che stampante e pc siano collegati con alcun cavo. Ma vediamo come sfruttare la tecnologia bluetooth in auto.

Il bluetooth in auto

Sono due i principali sbocchi per il bluetooth in auto: l’utilizzo della viva voce e la possibilità di ascoltare musica senza che venga utilizzata la radio. In pratica, è indispensabile che a bordo ci sia uno smartphone dotato di bluetooth (ma chi non ce l’ha?) e il gioco è fatto: collegando senza cavi – ma tramite bluetooth – automobile e telefono, si potrà conversare e ci si potrà intrattenere con la propria musica preferita, quella cioè contenuta nel telefono.

Va da sé che la vera e propria rivoluzione introdotta dalla tecnologia bluetooth è quella legata alla possibilità di telefonare dalla propria automobile, senza dover adoperare gli auricolari o, peggio, senza dover tenere in mano il proprio telefono (operazione questa pesantemente sanzionata). A tutto vantaggio della sicurezza, ma certamente non della privacy: se si utilizzano il bluetooth e la viva voce – è chiaro – chiunque sia a bordo dell’autoveicolo ascolterà la conversazione.

Ultima modifica: 13 Dicembre 2018