Cosa fare se la sbarra del telepass non si alza

9926 0
9926 0

La sbarra del telepass non si alza: è una situazione davvero paradossale. Certo, abbastanza rara, ma può succedere. E cosa si fa se capita proprio a noi?

Perché la sbarra del telepass si blocca?

Stiamo parlando della possibilità che la sbarra del telepass resti bloccata mentre siamo in procinto di passare. Una grana imprevista che fa saltare i nervi praticamente a tutti quelli che ci capitano. In realtà non è molto complicato venirne a capo.

Iniziamo col dire che si tratta di una circostanza limite, che interessa ogni anno una quota residuale sul totale degli utenti. Il bilancio del sistema Telepass, introdotto in Italia da alcuni decenni, è più che positivo. Zero code, nessun fastidio nel dover cercare banconote e spiccioli per pagare, costi di tenuta tutto sommato abbordabili.

Probabilmente l’unico vero lato negativo del sistema è rappresentato proprio dalle situazioni nelle quali la sbarra dà forfait per una qualsiasi ragione, lasciandoci fermi mentre tutti gli altri ci scorrono a fianco.

Per comprendere quanto improbabile sia il verificarsi di un guasto basta ricordare che il sistema è basato su un impianto ottico ad alta definizione che riconosce il veicolo in arrivo e attiva l’emissione del segnale da parte dell’apparato trasmettitore chiamato transponder.

L’apparecchio simile a una piccola scatola di plastica montato a bordo risponde alla “chiamata” trasmettendo un codice identificativo univoco. La centralina collocata in corrispondenza del casello autostradale registra il passaggio del veicolo identificato e dà ordine di sollevare la sbarra. Il tutto avviene in una frazione di secondo e solitamente non si registrano problemi di sorta. Ma è possibile che per un’improvvisa avaria la sbarra della corsia riservata al Telepass non si alzi.

Cosa fare se la sbarra del telepass non si alza?

Talvolta il “dialogo” tra apparecchietto in macchina e trasmettitore a terra si interrompe solo momentaneamente e si riattiva al nuovo segnale. Mantenendo le distanze di sicurezza, come previsto dalla legge, e il limite massimo di velocità fissato a 30 chilometri orari, ci si potrà fermare senza essere tamponati e ritentare rapidamente la connessione.

Qualora i problemi dovessero prolungarsi, la norma prescrive in ogni caso di non muoversi in retromarcia per evitare il verificarsi di collisioni con vetture in arrivo. Una manovra pericolosissima che non a caso è punita con una multa da 419 a 1.682 euro, più la decurtazione di 10 punti dalla patente.

È vietato pure immettersi nella via di fuga laterale, che può essere usata solo in caso di emergenza. Ma allora, cosa fare se la sbarra del telepass non si alza? Una volta fermata la macchina dinanzi alla sbarra chiusa bisogna chiamare l’assistenza specializzata premendo il tasto rosso presente sulla colonnina installata al casello. È una sorta di citofono al quale possiamo segnalare la nostra difficoltà e che ci metterà in contatto con un operatore che, tramite telecamera, vedrà la situazione e provvederà ad aprire da remoto la sbarra.
Se invece a essere difettoso dovesse essere l’apparecchio Telepass dell’automobilista, magari perché l’abbiamo appena installato e la posizione non è idonea o semplicemente perché la batteria è scarica, l’operatore legge il numero di targa e addebita l’importo del pedaggio, consentendo quindi il transito.

Ultima modifica: 21 Febbraio 2022