Come usare la corsia d’emergenza

862 0
862 0

Quando si viaggia in autostrada, può capitare che la nostra auto incominci a fare i capricci oppure uno pneumatico forato o qualche malore improvviso. In tutti questi casi è sempre consigliato utilizzare la corsia d’emergenza. Però sappiamo bene come si utilizza? Diciamo che forse non è quello che pensiamo. La corsia d’emergenza è una speciale corsia laterale posizionata proprio all’estrema destra dell’autostrada, concepita proprio per le emergenze ma quali? Che cosa prevede il Codice della Strada in merito all’utilizzo delle corsie d’emergenza?

Codice della Strada e corsie d’emergenza

Leggendo il Codice della Strada, vediamo che la corsia d’emergenza deve rimanere assolutamente libera da ogni veicolo e che il suo utilizzo principale è quello di permettere il transito – in maniera veloce e sicura – dei mezzi di soccorso e dei veicoli delle forze armate, anche con traffico intenso. E più precisamente ecco cosa afferma l’articolo 3 (comma 1 – numero 15): “Corsie, adiacenti alla carreggiata, destinate alle soste di emergenza, al transito dei veicoli di soccorso ed, eccezionalmente, al movimento dei pedoni, nei casi in cui sia ammessa la circolazione degli stessi”.

Quando utilizzare la corsia d’emergenza?

  • Possiamo utilizzarla in caso di malessere fisico o psicologico del guidatore o dei passeggeri. Inoltre, il guidatore può accostare nella corsia d’emergenza anche in caso di forte stanchezza che potrebbe causare un pericoloso colpo di sonno mentre si è alla guida
  • Strano ma vero. Possiamo passare nella corsia d’emergenza anche in caso di ingorgo ma solo per uscire dall’autostrada e che lo svincolo sia vicino a meno di 500 metri da noi
  • Naturalmente anche i guasti meccanici al veicolo (esempio anche una foratura dello pneumatico) rientrano nella casistica dell’utilizzo della corsia d’emergenza
  • Il veicolo può restare in sosta solo per un massimo di 3 ore

In tutti questi casi, il Codice della Strada prevede l’obbligo di segnalare il veicolo in sosta come quello di indossare il giubbotto catarifrangente – quando si scende dal veicolo -, di inserire le doppie frecce di emergenza e anche tenere accese le luci di posizione. Oltre a sistemare a 100 metri di distanza dal veicolo in sosta, il triangolo d’emergenza.

Le sanzioni amministrative

Il Codice della Strada prevede delle sanzioni pecuniarie per l’utilizzo inappropriato delle corsie d’emergenza: dai 422 a 1.697 euro. E in caso di gravità della trasgressione si corre il rischio di pene accessorie come la decurtazione dei punti, la sospensione della patente e anche la rimozione del veicolo.

Ultima modifica: 27 Dicembre 2022