Come scegliere il seggiolino auto per tuo figlio

1145 0
1145 0

Ogni genitore vuole dare il meglio ai propri figli, anche in macchina. La sicurezza prima di tutto, e del resto lo prevedono le norme. Per legge il seggiolino auto per bambini deve essere utilizzato fino a quando il piccolo non supera i 150 centimetri d’altezza. Si differenziano in base al peso o all’altezza.

Fattore altezza

I seggiolini omologati garantiscono tutti uno standard di sicurezza sufficiente ma, come per tutti i prodotti, ci sono varie caratteristiche che possono spingerci o meno a preferire una versione piuttosto che un’altra.

Si passa dal seggiolino alle sole cinture quando il bambino supera il metro e mezzo di altezza. Ma anche quando non è più necessario il seggiolino per raggiunti limiti d’altezza, è consigliabile controllare sempre che le cinture siano all’altezza giusta, che non si sfilino e che il bimbo non si divincoli dal dispositivo.

Per questione di morfologia i bambini dovrebbero essere posizionati sui seggiolini in senso contrario a quello di marcia il più a lungo possibile perché la loro testa è pesante quindi in caso di incidente il collo viene molto sollecitato.

Modelli

Il seggiolino del ”Gruppo 1” rivolto nel senso di marcia si può usare a partire dai 9 chilogrammi, ovvero a partire all’incirca dai 9 mesi d’età. I dispositivi omologati ECE R44 consentono il trasporto di bambini fino a 13 chilogrammi che verosimilmente permettono di non cambiare il sediolino fino ai 2 anni di età.

È bene sapere che le norme di omologazione sono stringenti. Dal 2017, i nuovi prodotti devono avere lo schienale fino ai 125 centimetri. Molti si domanderanno: sotto tale altezza è sempre obbligatorio far viaggiare i bambini su un seggiolino con schienale? La risposta è: no, ma è consigliabile.

Come scegliere il seggiolino auto

In alcuni casi le cinture di sicurezza si rivelano troppo corte per fissare il seggiolino in modo adeguato. Alcuni bambini che tendono a sfilarsi le cinture potrebbero preferire il cuscino ventrale, altri non sopportarlo.

Una soluzione mediana e valida un po’ per tutti i casi è quella rappresentata da “Isofix”, un innovativo sistema di aggancio che garantisce maggiore stabilità e una protezione migliore in caso di urto, sia frontale che laterale. Inoltre sono minimizzati i rischi di scorretta installazione del seggiolino.

Una volta agganciato alla struttura dell’abitacolo, il piccolo viaggiatore deve essere assicurato con le apposite cinture al seggiolino che a sua volta è ancorato alla carrozzeria. Test specifici hanno rivelato la maggiore efficacia nei seggiolini dei gruppi 0+ e 1. I prodotti del gruppo 2 – 3 hanno il vantaggio di vincolare il sistema di ritenuta anche quando è vuoto.

Ultima modifica: 1 Novembre 2022