Carabinieri e polizia stradale competenze e limiti

579 0
579 0

Chi ha competenza in materia di controllo su strada? E in particolare: quali sono le rispettive competenze di carabinieri e polizia stradale? Non tutti hanno le idee chiarissime in proposito. Vediamo dunque qual è il quadro della situazione in base alle vigenti disposizioni normative.

Polizia stradale

Per semplicità, possiamo dire che la Polizia stradale per antonomasia è quella che dà il nome alla specifica articolazione della Polizia di Stato. Le divise grigio-azzurre sono quelle che riconduciamo più immediatamente a palette di fermata delle auto e ai controlli. È bene però ricordare che la legge italiana prevede un ventaglio di possibili accertatori (e sanzionatori) molto più ampio, del quale ovviamente fanno parte i carabinieri che hanno al proprio interno un Nucleo operativo ad hoc denominato sinteticamente Radiomobile.

Ma vediamo velocemente quali sono gli altri Corpi incaricati del servizio di polizia stradale, con una sovrapposizione di competenze, bisogna dirlo, che è difficile trovare in altri Paesi. A disciplinare la materia è in particolare l’articolo 12 del Codice della strada. La Polizia stradale è una delle quattro aree funzionali della Polizia di Stato, probabilmente la più importante per la prossimità ai cittadini.

Ma non meno prezioso è il lavoro svolto dalla Polizia Ferroviaria (nota anche come Polfer), dalla Polizia Postale (o Polpost) e dalla Polizia per i Reparti Speciali (anche soltanto Reparti speciali). A “dettare legge” sulle autostrade e strade extraurbane principali è la Polstrada. Sui tratti autostradali, la Polizia stradale ha competenza esclusiva. Sulle altre tipologie di arterie possono operare l’Arma dei carabinieri, la Guardia di finanza, la Polizia provinciale, la Polizia municipale.

Carabinieri

Per quanto riguarda i carabinieri, come dicevamo l’attività di vigilanza stradale è svolta dall’apposito Nucleo Radiomobile con le sue pattuglie su auto, le cosiddette “gazzelle”, e in moto. Assicura il controllo del territorio 24 ore su 24, e il pronto intervento. Gli uomini dell’Arma assicurano chiaramente anche la prevenzione, attività determinante per garantire la serenità dei cittadini riuscendo a svolgere una preziosa azione di deterrente nei confronti dei fenomeni criminosi.

Il coordinamento di queste attività è affidato alla Centrale operativa, sorta di cabina di regia che disciplina gli interventi sul territorio in tempo reale. Essa agisce in forma coordinata con le Sale operative delle Questure, gestendo le esigenze più urgenti e disparate in materia di ordine pubblico e sicurezza stradale. Sotto il profilo delle competenze, dunque, sia Polizia stradale che nucleo radiomobile dei carabinieri non presentano differenze di rilievo. Unica eccezione la competenza sui tratti autostradali che appartiene unicamente alla Polstrada.

Ultima modifica: 1 maggio 2022