Camper o albergo: cosa scegliere, pro e contro

7558 0
7558 0

Camper, un modo alternativo di partire per una vacanza. La si preferisce sempre più spesso al comune albergo. Perché? Scopriamolo insieme

Camper o albergo? Che dilemma per le nostre vacanze! Qualora si vogliano adottare delle soluzioni ‘alternative’ al consueto pernottamento in un hotel, e si desideri spostarsi di continuo, senza alcun obbligo di dover per forza scegliere una meta prefissata, sicuramente scegliere di partire in vacanza con un camper potrebbe davvero essere la scelta più giusta.

Pro

Tra i vantaggi che possono spingere il vacanziere ad optare di partire in camper, sicuramente, vi è il senso di libertà che si prova. E’ piuttosto evidente, infatti, che stando in giro a quattro ruote vi sarà la possibilità di andare dove si vuole, di organizzare un itinerario in base a gusti ed andando a visitare tutto ciò che si desidera. Inoltre, ci sarà l’innegabile comodità di poter trovare, in qualsiasi momento, tutto l’occorrente a portata di mano. Ottimo, no?

Altro vantaggio: se si parte per le vacanze in camper, non si dovrà pensare alla prenotazione di una stanza in hotel, con tutte le conseguenze positive del caso: non farà differenza il periodo dell’anno in cui si parte, se alta o bassa stagione (i prezzi in hotel differiscono, spesso di molto), non vi saranno orari vincolanti per colazioni, pranzi e cene, e nemmeno bisognerà preoccuparsi di sporcizia negli alloggi. Altri fattori che fanno propendere il piatto della bilancia in favore della vacanza in camper, senza dubbio, la socializzazione e la solidarietà che si creano tra i camperisti. Il mondo dei camper, infatti, è definito, da tutti, come ospitale ed accogliente: tutti coloro che ne guidano uno tendono ad aiutare il prossimo, ci si scambia dei preziosi consigli e delle informazioni su luoghi da vedere ed itinerari da compiere. C’è possibilità, dunque, di trovare anche tanti nuovi amici!

Contro

Ovviamente, la vacanza in camper non è tutta rose e fiori. Così come esistono tanti aspetti favorevoli ad una partenza su quattro ruote, bisogna mettere in conto anche molti lati negativi della situazione. Ad esempio, se si decide di partire in camper, bisognerà, giocoforza, essere dinamici, poco tendenti al conformismo e sempre pronti a fronteggiare piccole e grandi ‘sfide’ che potrebbero trovarsi, all’improvviso, sul proprio cammino. Partire in camper, infatti, non è come soggiornare in albergo: inconvenienti e sgradite sorprese potrebbero, infatti, rovinare la vacanza, quali la manutenzione del veicolo, lo stress della continua guida e, qualora non si sia molto socievoli, il dover dividere tanti momenti, anche intimi (dormire e mangiare) in spazi angusti.

Ultima modifica: 20 Giugno 2017