Auto Low Cost: i modelli più economici

15332 0
15332 0

Se cerchiamo un’auto low cost dobbiamo affidarci ad un segmento semplice e orientato alla guida in città: ecco quante e quali sono le offerte.

La disponibilità di un mezzo proprio si rende indispensabile quando si è costretti a spostarsi per lavoro e i mezzi pubblici non sono sufficienti, oppure quando l’auto serve ad accompagnare figli a scuola e anziani a fare una visita medica.

Anche un impedimento fisico personale può costringere ad avere un’auto a disposizione, soprattutto quando le necessità di muoversi per fare acquisti e trasportare la spesa non può essere derogata ad altri.

Nel panorama vasto delle offerte di auto a basso prezzo non ci sono solo quelle che mantengono un importo concorrenziale da sempre, bensì anche quelle di target superiore ma costrette ad abbattere i prezzi di listino per limitare gli oneri fiscali.

Il riferimento è alle numerose offerte “Km 0” che sono il frutto di una scelta fiscale ben precisa per cui le concessionarie si liberano dell’invenduto e ammortizzano la perdita rivendendole come se fossero di seconda mano.

La classifica delle auto low cost più economiche, dunque, potrebbe essere ripensata con l’aggiunta di queste offerte, per cui si può inserire tra le auto più accessibili economicamente, ad esempio, anche un modello base di Fiat Panda proposto, tra sconti e rottamazione dell’usato, a 7/8 mila euro.

Rimangono comunque tra le più basse in termini di prezzo le solite auto già note sul mercato, per lo più straniere e provenienti dai nuovi mercati in via di sviluppo:

  • la Dacia Sandero è un’automobile di produzione rumena che ha caratteristiche più che dignitose e la forma vicina ad un suv, e costa solo 7.500 euro senza optional aggiunti;
  • la Dr Zero, auto prodotta in Cina e classificata citycar, cinque porte e quattro posti, completa di tutti gli optional di base, con un prezzo competitivo di euro 7.900;
  • la Fiat Panda modello Easy a benzina, a 8.500 euro ma che possono diventare 7.500 se si accende un finanziamento FCA (Fiat Chrysler Bank);
  • la Hyundai i10 1.1 Like, un’auto coreana dal prezzo più che abbordabile – 8.950 euro – e dal design ambizioso;
  • La Citroen C1, citycar a tre o cinque porte, esternamente gradevole ma poco curata all’interno, si attesta sui 9.500 euro, prezzo da abbattere con un buon sconto previsto dalla casa;
  • La Ford Ka 1.2 dall’aspetto notevolmente migliorato rispetto alla versione precedente al 2016, ma con ancora bagagliaio e sedili disagevoli, e per questo costa 9.500 euro nonostante la cilindrata 1,200.

Molte altre auto possono considerarsi low cost poiché il loro prezzo non arriva a 10.000 euro, basta citare alcune case costruttrici che le producono come la Peugeot, la Toyota, la Lancia, e così via.

Ultima modifica: 5 Ottobre 2017