Auto ibride: cosa fare in caso di incidente

2436 0
2436 0

Le conosciamo ancora poco, forse è per questo che le auto ibride possono creare qualche ansia in più in caso di incidente.

Le fake news che circolano al riguardo sono tante, ma preferiamo riportare le procedure più corrette per evitare conseguenze gravi nell’ipotesi in cui dovesse verificarsi un sinistro che coinvolga un’auto ibrida, e ancor più se l’auto ibrida fosse la vostra.

Auto ibride, un po’ di chiarezza sui pericoli

Il primo mito da sfatare è sulla pericolosità maggiore delle auto ibride rispetto ai veicoli alimentati a benzina o a gasolio.

E a sostenerlo sono i vigili del fuoco, con le loro statistiche sugli interventi di soccorso e messa in sicurezza che effettuano per gli incidenti stradali. Possono essere avvicinate alle auto alimentate a Gpl o a Metano, ma anche in questi casi le misure di sicurezza sono cresciute negli anni, si sono perfezionate, fino a rendere i migliori standard di sicurezza.

C’è poi l’imponderabile o le condizioni limite, ma è in questo senso che bisogna adottare degli accorgimenti in più. E’ vero infatti che un forte impatto sulle batterie delle auto ibride è in grado di far scatenare un incendio al pari di una scintilla sulla benzina, ma diversamente dai carburanti fossili, l’energia elettrica non ha odore, non è visibile, in più le stesse batterie contengono sostanze che a contatto con fonti di calore possono creare problemi sei in caso di inalazione.

Per le auto ibride valgono, dunque, più che per gli altri veicoli, alcune raccomandazioni in tema di sicurezza.

Auto ibride, i primi interventi in caso di necessità

E’ importante, prima di lasciare l’abitacolo, aprire tutti i finestrini, se possibile. L’auto deve essere lasciata spenta e la chiave di avviamento estratta. Bisogna anche innestare il freno a mano e lasciare il cambio in posizione di parcheggio.

Quando si avvertono i vigili del fuoco per chiedere soccorso, è fondamentale avvisare della presenza di auto ibride e segnalarne i maggiori dettagli possibili.

Naturalmente è meglio mettersi a distanza di sicurezza dalle vetture incidentate se si ha il sospetto di un possibile incendio o se si teme che possa esserci dispersione di sostanze nocive.

E’ una procedura standard, che vale anche nel caso di alluvione se l’auto viene sommersa. E’ noto infatti che acque ed elettricità non sono molto compatibili in tema di sicurezza. Sarebbe anche opportuno avere a bordo della vettura la scheda di soccorso che ogni casa produttrice invia ai vigili del fuoco per segnalare procedure di intervento, punti critici e come mettere in sicurezza veicolo e occupati in caso di necessità.

La scheda è stilata in base al veicolo ed scaricabile anche dal sito schedadisoccorso.it.

 

 

Ultima modifica: 30 Aprile 2019