Acqua nel serbatoio benzina: cosa fare

97713 0
97713 0

Acqua nel serbatoio benzina, uno spiacevole inconveniente al quale si può rimediare mediante una facile operazione da eseguire con tempestività

Acqua nel serbatoio benzina? Può succedere che, quando si fa rifornimento di carburante, qualche traccia di acqua possa finirvi dentro, accumulandosi sul fondo del serbatoio della propria autovettura. Tutto ciò può causare, nel futuro, dei problemi fastidiosi all’automobile. Si può ovviare, però, a questo inconveniente, mediante una rapida procedura che proponiamo in questo articolo.

Serbatoio benzina, come intervenire

L’automobile ha bisogno di manutenzione ordinaria, ogni anno, ma bisogna ricordarsi come vada spesso controllato anche il serbatoio benzina. Per prima cosa, evitare sempre di andare in riserva di benzina, specialmente durante lunghi viaggi, poiché è proprio sul fondo della camera di combustione che acqua, e sporco, si fermano e si depositano.

Come eliminare l’acqua

Bisogna recarsi presso un negozio di autoricambi ed acquistare un apposito additivo che abbia lo scopo di eliminare tutte le tracce di acqua presenti, eventualmente, nel serbatoio benzina. Possono essere trovate, in commercio, molte marche di prodotti altrettanto validi: non si ha che l’imbarazzo della scelta in tal senso e, con una spesa di circa 10 euro, si potrà comprare un prodotto efficace. Andrà versato il contenuto del barattolo del prodotto nella tanica del serbatoio benzina della propria automobile, poi potrà essere fatto regolarmente il pieno di carburante. Per essere sicuri di aver eliminato qualsiasi traccia di acqua, potrà essere utilizzato anche un altro additivo, atto a disincrostare e lubrificare per bene gli iniettori, con la sostanza che andrà versata direttamente al loro interno.

Oppure, in alternativa, nel caso in cui non si voglia utilizzare l’additivo apposito per la lubrificazione iniettori (spesso colmo di sostanze chimiche), si potrà anche, semplicemente, mettere 10 litri di benzina V-Power, che lubrifica bene, anche se costa, in proporzione, di più rispetto alla benzina ‘classica’.

La curiosità

Il Giudice di Pace di Perugia, con la sentenza numero 400 del 18 aprile 2015, ha stabilito che, qualora un’autovettura subisca danni, nel momento del rifornimento, per la presenza di acqua nel serbatoio benzina, l’automobilista in questione ha diritto al risarcimento danni. Sentenza interessante, perché, in sostanza, mette sullo stesso piano l’automobilista con il consumatore, e, di conseguenza, implica al benzinaio la medesima responsabilità di un venditore qualsiasi allorché si verifichino danni conseguenti alla vendita di beni di consumo. In questo caso, il Giudice di Pace ha deciso così perché quella automobile ha riportato danni alla pompa di iniezione ed agli elettroiniettori in seguito ad un rifornimento del serbatoio benzina, in cui è finita acqua.

Ultima modifica: 27 Giugno 2017