Accessori camper: i cinque migliori da non perdere

2189 0
2189 0

Sono vere e proprie abitazioni su quattro ruote, per cui, per arrivare ai massimi livelli di comfort e dunque vivere una vacanza all’insegna della comodità, più sono accessoriati, meglio è.

Negli ultimi anni, poi, i camper sono diventati veri e propri concentrati di tecnologia e di innovazione e non sono più indirizzati solo a quelle famiglie desiderose di estraniarsi dalla routine di tutti i giorni, andando alla ricerca di una esperienza wild life.

Oggi il camper lo può scegliere chiunque, compresa la famiglia più pretenziosa ed esigente in termini di comodità, perché gli accessori camper sono davvero tanti e sempre più sofisticati. Ecco la nostra top five.

Condizionatore, mai più senza

Sembra impossibile, eppure una volta era proprio così: chi voleva viaggiare in camper, doveva sottostare alle regole del meteo.

In estate faceva molto caldo, in inverno molto freddo, tanto che anche i più temerari si trovavano a dover rinunciare a splendide, ma molto fredde, vacanze sulla neve.

Oggi è tutto cambiato: difficilmente in estate si rispolverano i vecchi ventilatori, perché i mezzi sono accessoriati e allestiti in modo da garantire il massimo livello di comfort in termini di rinfrescamento dell’abitacolo.

Anche per l’inverno le cose sono cambiate: sono sempre più numerose le famiglie e i gruppi di amici che scelgono di trascorrere la settimana bianca sulla neve sfruttando il proprio camper che, dotato del giusto impianto, risulterà accogliente e ben riscaldato dopo un’intesa giornata di sci.

Se si ha a che fare con dei mezzi non più nuovissimi, ricordiamo che si possono acquistare anche impianti in after market, i quali daranno vita a una nuova e più confortevole vacanza, anche a bordo di un mezzo d’antan.

Pieno di energia

La disponibilità di energia è uno dei temi dei giorni nostri, anzi è il tema: senza energia non siamo in grado di fare più nulla, neanche di leggere il giornale, se oramai siamo abituati a leggerlo su un qualsiasi device.Non solo: occorre energia per guardare la televisione, ricaricare i telefoni cellulari, i table, per rinfrescare o riscaldare il camper, cucinare, illuminare e refrigerare.

In altre parole, il fabbisogno energetico pro capite è alle stelle, sempre e comunque, anche in vacanza. Dunque l’energia, soprattutto quando si sceglie di affrontare una vacanza all’insegna della libertà, può essere un limite. Immaginate, infatti, di essere ai piedi di un bellissimo paesaggio montano, magari con un limpidissimo lago nelle vicinanze e di voler assaporare tutta la liberà di una vacanza in camper fermandovi lì, in the middle of nowhere.

Quello che vi farà desistere, ne siamo certi, sarà proprio la mancanza di energia, a meno che non siate dotati di un impianto stand alone. In tal caso, avrete tutta l’energia che vi occorre per soddisfare le esigenze dello spirito – e dunque restare immersi nella natura – e le esigenze che la vita quotidiana ci impone e quindi il condizionamento delle temperature, le ricariche, ecc. di cui si diceva.

Per dare vita a un impianto stand alone, sono due le soluzioni: si può dotare il mezzo di un impianto solare – sicuramente eco-friendly, poco costoso e facile da usare, anche perché non dobbiamo ricordarci di ricaricarlo, si ricaricherà in presenza della luce solare – oppure fare ricorso a delle batterie ricaricabili.

Per quanto riguarda queste ultime, oggi conviene orientarsi su quelle a Litio, che garantiscono autonomia e durata. Costano un po’, ma ne vale la pena. Inutile dire che, rispetto al solare, queste batterie non hanno il limite delle brutte giornate oppure del buio: è sufficiente caricarle prima di partire e cercare di essere il più parsimoniosi possibile.

Comfort all’esterno

Che cosa c’è di meglio di una bella cenetta vista mare o vista monti, da godere in piena libertà? Ovviamente tavolo e sedie da esterno rientrano tra quelli accessori da sempre irrinunciabili, a cui è bene aggiungere qualche sdraio.

Infine, una comoda veranda può completare il tutto, perché rende lo spazio esterno più riservato, maggiormente raccolto e familiare. Le verande in commercio sono innumerevoli: se si hanno problemi di spazio, meglio scegliere quelle che risulteranno meno ingombranti, una volta chiuse.

Già che si parla di spazi esterni, ricordiamoci che, soprattutto in estate soprattutto se si opta per una vacanza negli splendidi campeggi del Nord Europa, quando saremo all’eterno del nostro mezzo saremo in compagnia di…zanzare.

Per questo motivo, è molto ultime un altro accessorio: la zanzariera. Sono molti i camper che le montano di serie ma, qualora il vostro dovesse esserne sprovvisto, consigliamo di valutare le numerose soluzioni disponibili. Alcune sono particolarmente economiche, ma per questo non inefficaci.

Un luogo per gli amici a 4 zampe

Infine ci sono loro, i nostri amici a quattro zampe. Anche per loro la vacanza in camper è un’ottima soluzione, perché una volta giunti a destinazione potranno godere a pieno di tutta la libertà e di tutto lo spazio che desiderano, senza che si debba stare alle (restrittive) regole di hotel, residence, appartamenti in affitto.

Per far vivere ai nostri amici una vacanza indimenticabile e senza stress, però, dobbiamo provvedere anche per essi a un allestimento ottimale delle zone che li riguardano. Intanto, per prima cosa, durante il viaggio, dobbiamo essere certi che siano alloggiati in totale sicurezza: per il trasporto degli animali in camper, valgono le stesse regole del trasporto in automobile.

Poi, una volta giunti a destinazione, accettiamoci che possano fruire dei giusti spazi. L’ideale è dotare la veranda di uno spazio a essi adibito, provvedendo anche all’acquisto di un’apposita cuccia. Sarà per tutti una vacanza indimenticabile!

Ultima modifica: 14 Novembre 2018