Marelli presenta la tecnologia Software-Defined Interior

93 0
93 0

Marelli presenterà la sua tecnologia Software-Defined Interior” (dispositivi su base software per l’interno dell’abitacolo) al CES 2024. Costruita sull’architettura centralizzata dell’azienda, la tecnologia, che rappresenta un’evoluzione del Digital Cockpit di Marelli, comprende un’unità elettronica centrale (Central Computing Unit) alimentata dalla piattaforma di ultima generazione Snapdragon® Cockpit e supporta fino a quattro Unità di Controllo elettronico di Zona (ZCU – Zone Control Units).

Gli interni incorporano display digitali in sostituzione delle interfacce analogiche, con contenuti che possono essere personalizzati dal proprietario del veicolo sfruttando l’intelligenza artificiale (AI). L’azienda esporrà le sue ultime soluzioni tecnologiche, che illustrano l’approccio all’innovazione “Design-Led” di Marelli, a Las Vegas, USA, dal 9 all’11 gennaio 2024 presso il Wynn Hotel, Latour Ballroom 5-6.

Il Software-Defined Interior di Marelli supporta diverse tecnologie innovative relative ai display, tra cui l’HorizonView di prossima generazione, il pluripremiato display Marelli che si estende da montante a montante, con luminosità e contrasto migliorati rispetto alla generazione precedente, e un display nascosto da 12” perfettamente integrato nell’abitacolo.

Il Software-Defined Interior di Marelli include una delle prime applicazioni automotive di display OLED (diodo organico a emissione di luce), un display mobile sviluppato da Marelli con il supporto di BOE, leader mondiale nell’ambito delle tecnologie per display, e della sua controllata BOE Varitronix Limited. Questo prodotto rappresenta un ulteriore passo avanti nella cooperazione di lunga data tra le due aziende e pone le basi per ulteriori collaborazioni future.

Un display olografico supporta l’Assistente Virtuale Marelli, un’avanzata interfaccia uomo-macchina che funge da copilota, creando un’esperienza di guida unica e trasformando l’interazione tra la vettura e i suoi occupanti.

Gli interni sfruttano la soluzione basata su profili di personalizzazione di Marelli, consentendo un’esperienza utente su misura. Il conducente può facilmente creare un proprio profilo per definire le impostazioni della vettura, come posizione del sedile, temperatura, illuminazione dell’ambiente, preferenze musicali e illuminazione a terra; il profilo “persona” viene memorizzato nel cloud e può essere applicato a diversi veicoli, garantendo in maniera coerente la stessa esperienza personalizzata su ognuno di essi.

Il Software-Defined Interior comprende anche la soluzione CAMEX (Context-Aware Mobility Experience) di Marelli, basata sull’intelligenza artificiale, che consente un’interazione con il veicolo senza eguali attraverso l’analisi dell’intero ambiente, sia all’interno sia all’esterno dell’auto.

Sfruttando l’avanzata tecnologia di intelligenza artificiale monoculare 3D per l’abitacolo di Eyeris – che comprende il sistema di monitoraggio del conducente (DMS) “depth-aware” e il sistema di monitoraggio degli occupanti (OMS) – CAMEX analizza il volto, il corpo e le mani degli utenti nello spazio tridimensionale per comprendere comportamenti complessi e riconoscere stati d’animo impercettibili adattando di conseguenza le impostazioni e le funzionalità del veicolo e suggerendo interazioni con l’assistente virtuale.

Anche l’ambiente esterno al veicolo assume un ruolo attivo nel plasmare l’esperienza di guida, offrendo infinite possibilità: dalla regolazione del climatizzatore per ridurre la temperatura in base alle preferenze del conducente in una calda giornata estiva, al suggerimento di una deviazione per una sosta al suo ristorante preferito.

La soluzione di Marelli per l’illuminazione dell’ambiente consente un’elevata flessibilità

E molteplici opzioni per quanto riguarda la combinazione dei colori, i livelli di intensità e le diverse aree dell’abitacolo per adattarsi alle preferenze degli utenti, anche in abbinamento a superfici decorative e intelligenti. In particolare, se associata al CAMEX si trasforma in una funzionalità di grande impatto per quanto riguarda le interazioni tra gli occupanti e il veicolo.

Gli interni integrano perfettamente la piattaforma software-defined audio di Marelli, basata sull’architettura centralizzata dell’azienda. Questo approccio innovativo separa l’amplificatore nelle varie ZCU (Zone Control Units), ottenendo un sistema audio più flessibile ed efficiente. Grazie alla possibilità di controllare fino a 16 altoparlanti, il sistema offre una qualità del suono eccezionale e supporta un’ampia gamma di opzioni di personalizzazione: gli utenti potranno adattare la propria esperienza scegliendo tra una serie di “preferenze” audio specifiche, sviluppate da aziende leader del settore audio.

La nuova ripartizione del suono (sound zoning) di Marelli consentirà al conducente di trasformare la vettura nella propria sala conferenze personale. Un sistema ottimizzato di cancellazione del rumore di fondo isola efficacemente la voce da qualsiasi altro suono, compresa la musica in riproduzione, assicurando conversazioni chiare e senza interruzioni in vivavoce anche con passeggeri che non partecipano alla chiamata.

La personalizzazione dell’esperienza utente continua nel cloud con il servizio Deep Logger di Sibros e l’analisi dei Big Data. I dati tecnici del veicolo vengono estratti e analizzati, rendendo possibili servizi come la manutenzione predittiva, il rilevamento preventivo di eventuali anomalie o la risoluzione dei problemi a distanza. Gli utenti avranno inoltre la certezza che il software del loro veicolo sarà sempre aggiornato grazie al Deep Updater di Sibros, che consente aggiornamenti completi over-the-air (da remoto) in modo automatico.

Marelli presenta la tecnologia Software-Defined Interior

Leggi ora: le novità auto

Ultima modifica: 4 Gennaio 2024