Robotaxi, Waymo e Cruze anticipano Tesla a San Francisco

871 0
871 0

Guida autonoma, si fanno passi avanti. Robotaxi, il servizio di Waymo, azienda di Google e Cruze, di General Motors, il 13 luglio dovrenne essere autorizzato dalla California Public Utilities Commission per il servizio San Francisco. Un passo storico.

Si attende via libera legale, al momento i robotaxi sono attivi per test in alcune città di Giappone e Cina. Quindi Waymo e Cruze si mettono momentaneamente in vantaggio rispetto a Tesla, che aveva in passato fissato il 2022 quale data dell’esordio, ma non è stata rapida a guadagnarsi le autorizzazioni governative, fondamentali.

Il self drive, tiene banco, ma le diatribe non mancano. Ci sono dubbi sulla sicurezza del servizio, ma anche prospettive interessanti. Lo stesso Elon Musk ha dichiarato che costo della corsa sarà inferiore addirittura a quella di un bus nei prossimi anni.

Robotaxi, le polemiche

Nello specifico la guida autonoma da qualcuno non è considerata ancora affidabile nella sua gestione di alcune emergenze.

Questo secondo Jeanine Nicholson, capo dei vigili del fuoco di San Francisco. Ha dichiarato che ai robotaxi è concesso di muoversi troppo rapidamente nel traffico, non riuscendo a gestire le situazioni di criticità improvvise..

A San Francisco sono stati registrati 40 incidenti di questo genere nel 2022. Problemi quindi con mezzi dei pompieri, polizia o ambulanze che arrivano a sirene spiegate nel traffico per affrontare o risolvere momenti critici. Ci sarà ancora da discutere.

Leggi ora: le novità auto

Ultima modifica: 11 Luglio 2023