Renault Nissan Mitsubishi, piano da 35 auto elettriche entro il 2030

863 0
863 0

Cambio di passo per l’Alleanza Renault Nissan Mitsubishi, che accelerano verso la transizione energetica. I tre Marchi investiranno 23 miliardi di euro nei prossimi 5 anni, lanciano sul mercato 35 nuove auto elettriche entro il 2030.

Un passo decisivo. “Acceleriamo, con investimenti che nessuno dei tre Marchi potrebbe fare da solo, per essere leader nella rivoluzione della mobilità” ha dichiarato il presidente Jean-Dominique Senard.

Jean-Dominique Senard, presidente dell'Alleanza Renault Nissan Mitsubishi Large
Jean-Dominique Senard, presidente dell’Alleanza Renault Nissan Mitsubishi Large

Lo sforzo sarà ottimizzato. Per il 2026 le piattaforme condivise riguarderanno più dell’80% dei 90 modelli delle tre gamme: ora la condivisione è al 60%. 

Impegno in parallelo anche per le elettriche: il 90% delle EV che saranno immesse sul mercato entro il 2030 sarà basato si cinque architetture.

Queste le piattaforme EV

  • Kei-Ev per le citycar.
  • Cmf-Aev per le utilitarie.
  • Lcv-Ev per i veicoli commerciali.
  • Cmf-Ev per le medie, per un totale di 15 modelli.
  • Cmf-Bev per modelli compatti e speciali, tra i quali la nuova Renault R5.

Le parole di Luca De Meo, CEO di Renault, sulla piattaforma chiave

La CMF B-EV può essere applicata a vetture dai 3,90 ai 4,20 metri di lunghezza. E alloggiare batterie fino a oltre 50 kWh di capacità in grado di garantire una autonomia di oltre 400 chilometri. Abbiamo scelto un approccio pratico per realizzare la CMF B-EV a partire dalla CMF B, usando molte parti di Clio e Micra e riducendo di molto i costi di sviluppo. Rendere democratica la tecnologia (e quindi i prezzi, ndr) sul mercato è il nostro obiettivo“.

Renault Nissan Mitsubishi, piano da 35 auto elettriche entro il 2030

Renault Nissan Mitsubishi e le batterie

L’Alleanza punta forte anche sulle batterie. L’obiettivo è di arrivare a una capacità produttiva di 220 GWh e punta a ridurre i costi degli accumulatori del 50% nel 2026 e del 65% entro il 2028. Un passaggio cruciale. 

Nissan sarà responsabile della produzione delle batterie allo stato solido, più leggere, efficienti e performanti anche nella ricarica. Il gol è di arrivare alla produzione in serie entro il 2028.

Sviluppi previsti anche per la guida assistita e autonoma. Per il 2026 l’obiettivo è di avere 45 modelli con il self drive.

Leggi ora: Renault Austral, anteprima dell’interno

Ultima modifica: 27 gennaio 2022