Range Rover, la nuova generazione della regina dei Suv di lusso | VIDEO

3619 0
3619 0

Range Rover, la regina (madre) di tutti i Suv di lusso si presenta con la nuova generazione.

La quinta, dopo la prima, rivoluzionaria, del 1970 (seguita dalle altre del 1994, 2001 e 2012) si presenta con novità di design, motorizzazioni, tecnologia e configurazione.

L’abbiamo vista e toccata con mano ad un evento in anteprima. Nuova Range Rover arriverà in Italia a marzo 2022, con un prezzo a partire da 124.300 euro per la versione Diesel mild hybrid. Per la prima volta sarà anche a 7 posti e con le ruote posteriori sterzanti.

E’ l’archetipo dell’ammiraglia a ruote alte e dei due mondi: concepita dare le migliori performance in fuoristrada e il massimo comfort su asfalto.

La nuova Range sarà disponibile in due versioni, a passo standard (SWB, 5.05 metri di lunghezza) e a passo lungo (LWB, 5,25 m).

La seconda per la prima volta nella storia del modello proporrà la configurazione a sette posti. Rimarrà standard quella a cinque passeggeri e in opzione sulle esclusive Range Rover SV e quella a quattro posti nell’allestimento Signature Suite.

Filante

Range Rover si presenta come sintesi di design, tra retaggio tra storia e modernità. Inconfondibile per silhouette, con la classica linea spiovente del tetto e il parabrezza verticale. Tutto intorno forme esterne molto levigate (che puntano su pulizia delle linee ad esempio con i vetri a filo, e sulle proporzioni da vero regina.

Notevole la aerodinamica, che dichiara un CD di 0,30. Il nuovi fari anteriori a Led e la griglia più profonda caratterizzano il frontale. Lateralmente spiccano la copertura in vetro oscurato che integra sul posteriore il finestrino e il montante (D) e i cerchi che possono arrivare fino a 23 pollici, altra prima in Land Rover: non mancherà di farsi notare..

La parte posteriore di Range Rover è più caratterizzante, con fari a led verticali per gli sito e le luci e orizzontali per gli indicatori di direzione. Sono tutti nascosti fino alla loro accensione, racchiusi in un pannello nero, che attraversa in larghezza il portellone. Esce da coro, con stile.

Gli interni si presentano con uno stile raffinato pari alla carrozzeria: lusso a profusione, senza andare fuori giri. Al centro della plancia si staglia il touchscreen da 13,1 pollici in vetro flottante curvo, dotato del sistema infotainment Pivi Pro.

C’è posto per tutti

La strumentazione presenta uno schermo da 13,7 pollici, mentre il volante riprende lo stile degli interni, “orizzontale“, con controlli “nascosti” fino all’accensione: effetto scenico. Avete bisogno di ricaricare un device? Ci sono 8 prese USB. Addirittura tutti i posti (anche i sette) sono dotati di climatizzatore quadri-zona: disponibili per la seconda fila touchscreen HD regolabili da 11,4 pollici. Le raffinatezze sono in pratica infinte, sempre accolti in una suite, con tre metri di passo (3,20 metri per la SWB). Decisamente ospitale.

Il silenzio domina

Promette di essere eccezionale il comfort. Grazie alle sospensioni pneumatiche completamente indipendenti, garantito in abitacolo  dalla Active Noise Cancellation di terza generazione, che analizza le vibrazioni delle ruote, il rumore degli pneumatici e il suono del motore in abitacolo e genera un segnale in contro-fase, riprodotto attraverso i 35 altoparlanti principali del sistema, che li smorza.

Piena di risorse

Il portellone posteriore è il classico, in due pezzi con apertura sdoppiata. Il pianale di carico può ruotare all’indietro lungo il bordo anteriore per fungere da schienale quando si utilizza il portellone inferiore come seduta all’aperto.

Una chicca è Tailgate Event Suite (di serie solo sulle First Edition) che offre il Versatile Loadspace Floor di Land Rover, che aggiunge illuminazione, altoparlanti e cuscini, per divertirsi all’aperto. La capacità di carico del bagagliaio della versione a cinque posti va da 1061 a 2601 litri. Non ci sono problemi a stivare oggetti.

Dal 2024 anche la full electric

La quinta serie della Range Rover è assemblata  sulla nuova piattaforma multi-energia MLA-Flex (80% in alluminio, 50% in più di rigidità torsionale, -24% trasmissione rumori) che dal 2024 offrirà anche una versione al 100% elettrica, ca va san dire a trazione integrale, la All-Wheel Drive (iAWD). Il plus della nuova serie è dato dallo sterzo integrale, quindi anche sulle ruote posteriori, che rendono la vettura molto più agile sullo stretto, con un diametro di volta quasi da compatta, inferiore a 11 metri. Un plus importare per una vettura di grande stazza.

Tutto sotto controllo

Si va al sicuro su asfalto e su sterrato La Intelligent Driveline Dynamics (IDD) controlla i livelli di aderenza e la guida del conducente 100 volte al secondo, distribuendo in modo predittivo la coppia tra gli assi anteriore e posteriore e sull’asse posteriore. Il Terrain Response 2 di Land Rover, gestisce tutta la tecnologia a bordo e i sistemi del telaio offrendo sei programmi di guida. La capacità di guado è di 90 centimetri: l’angolo di attacco è di 34,7 gradi, di dosso 27,7 gradi, di uscita 29,0 gradi. Gli ostacoli non sono un problema.

Tanti 6 cilindri elettrificati e un V8

Al centro della gamma ci sono i motori 6 cilindri della famiglia Ingenium benzina e Diesel, tutti mild hybrid. I primi sono i tremila P360 (360 cv, 500 Nm) e P400 (400 cv e 550 Nm). A gasolio elettrificato i 3 litri D250 (249 cv, 600 Nm), D300 (300 cv, 650 Nm) e D450 (350 cv, 700 Nm).

Successivamente arriveranno gli ibridi  plug-in, che abbinano il  6 cilindri benzina alla batteria da 31,8 kWh e a un motore elettrico da 105 cavalli integrato col cambio automatico a otto marce. L’autonomia elettrica dichiarata nel ciclo WLTP è di 100 km (reale di 80 km, con emissioni  di CO2 previste di 30 g/km). Due versioni: P440e, capace di 440 cavalli di potenza combinata e 620 Nm di coppia e P510e con 510 cv e 700 Nm: esuberante.

Ma il più potente è il V8 benzina a di 4.4 litri della Range Rover P530. Capace di erogare 530 cavalli e 750 Nm di coppia. Provate a fermarlo

Gli allestimenti

Ranger Rover sarà disponibile negli allestimenti SE, HSE, Autobiography. Si aggiunge la First Edition, disponibile solo per il primo anno di produzione. E infine poi le versioni SV, realizzate a mano da Special Vehicle Operations. Le arriveranno sul mercato più avanti: il massimo della personalizzazione.

 

 

Ultima modifica: 28 Ottobre 2021

In questo articolo