Lamborghini punta al record di vendite nel 2022

683 0
683 0

Lamborghini corre veloce più che mai su un percorso di crescita strategico: con alle spalle i migliori nove mesi di sempre la Casa di Sant’Agata ha celebrato a settembre l’addio al V12 termico puro in attesa della fase di trasformazione epocale che prenderà avvio il prossimo anno con l’ibridizzazione di tutta la gamma entro il 2024.

Le consegne da gennaio a fine settembre raggiungono le 7.430 unità (+8% rispetto allo stesso periodo del 2021). Tutte e tre le macro-regioni in cui Lamborghini è presente (America, Asia Pacifico ed Europa-Middle East-Africa) sono cresciute proporzionalmente. Il mercato di riferimento continua ad essere quello degli USA (+8%), seguito da Mainland China-Hong Kong e Macao (+5%), Germania (+16%), UK (+20%) e Giappone (+26%). Il fatturato dei primi nove mesi ha raggiunto 1,93 miliardi di euro, in aumento del 30,1% rispetto allo stesso periodo del 2021.

Anche il risultato operativo ha fatto registrare un incremento del 68,5%, attestandosi a 570 milioni di euro. Il corrispondente Return on Sales (RoS) ha raggiunto il 29,6%, superando il 22,8% raggiunto nello stesso periodo del 2021. L’aumento della profittabilità è stato guidato dall’aumento dei volumi, dalla crescita del fatturato medio per vettura, grazie al mix prodotto e all’incremento delle personalizzazioni, e dall’andamento favorevole dei tassi di cambio.

Lamborghini - Stephan Winkelmann
Lamborghini – Stephan Winkelmann

Le parole di Stephan Winkelmann, Chairman e CEO di Automobili Lamborghini:

Questi dati in costante aumento dimostrano tutta la solidità di Lamborghini oggi. Abbiamo un portafoglio ordini che copre già il primo trimestre del 2024 e questo ci permette di lavorare con serenità guardando, in modo ponderato, alle sfide che il futuro ci impone, come il prossimo passaggio all’ibrido dal 2023.”

Paolo Poma

Le parole di  Paolo Poma, Managing Director e CFO di Automobili Lamborghini:

“La situazione attuale continua ad essere caratterizzata dall’instabilità delle variabili macroeconomiche, mentre l’Azienda dimostra la sua resilienza attraverso la crescita di tutte le principali metriche di business e finanziarie. Prevediamo di chiudere l’esercizio migliore di sempre per Lamborghini.”

La maggiore crescita tra i modelli è stata registrata da Huracán, con 2.378 unità consegnate a livello mondiale e un incremento dell’11% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. In termini assoluti invece per Urus è un vero e proprio record commerciale con 4.834 unità consegnate da gennaio a settembre (+7%), il numero più alto di Super SUV consegnati nei primi 9 mesi dal suo debutto nel 2018.

Motore V12

Il modello V12, l’Aventador, ha invece concluso il suo ciclo produttivo: a settembre è avvenuto il saluto all’ultimo esemplare di Aventador, che ha lasciato la linea produttiva sotto la commozione delle persone di Lamborghini che, dal 2011, hanno lavorato e accompagnato il successo di uno dei modelli moderni più iconici della storia di Lamborghini.

Numerose le novità presentate nel 2022, in omaggio all’ultimo anno celebrativo del motore a combustione interna: dal debutto della Huracán Tecnica alla recente presentazione del restyling di Urus con la versione Urus S e il derivato prestazionale Urus Performante, che ha conquistato il record tra i SUV della famosa e sfidante Pikes Peak.

Lamborghini Huracan Sterrato presentata a dicembre

In chiusura d’anno è atteso all’Art Basel di Miami l’ultimo saluto al motore termico puro con una versione off road di Huracán, un modello destinato nuovamente a sorprendere e creare un nuovo segmento del mondo delle supersportive.

Lamborghini Huracan Sterrato Concept

Leggi ora: Urus Performante, la prova di QN Motori

Ultima modifica: 7 Novembre 2022

In questo articolo