Ferrari e le valvole per respiratori, l’impegno contro il Coronavirus | VIDEO

2435 0
2435 0

Ferrari impegnata nella lotta al nuovo coronavirus: nello stabilimento di Maranello (Modena) ha avviato la produzione di valvole per respiratori polmonari e raccordi per maschere di protezione.

Una produzione che fa leva sulla tecnologia del reparto dove abitualmente si costruiscono i prototipi delle vetture.

Ferrari e le valvole per respiratori, l'impegno contro il Coronavirus 1

Alcune valvole – spiega Ferrari – sono state sviluppate dalla Mares, azienda produttrice di attrezzatura subacquea, su misura delle loro maschere, per creare dispositivi d’emergenza per i pazienti con crisi respiratorie.

La logistica del progetto è curata da Nuovamacut Gruppo TeamSystem. Altri raccordi sono destinati a Solid Energy, che li impiega per trasformare le maschere da snorkeling Decathlon in ausili a protezione dei sanitari.

La produzione dei respiratori con avanzate stampanti 3D

Nei prossimi giorni Ferrari conta di realizzare diverse centinaia di dispositivi che hanno già iniziato e continueranno a essere distribuiti da alcune aziende coinvolte, col coordinamento della protezione civile, a diversi ospedali italiani fra cui quelli di Bergamo, Genova, Modena e Sassuolo, oltre che agli operatori sanitari di Medicina. La produzione avverrà con l’utilizzo di avanzate stampanti 3D.

Leggi anche: Ferrari F40 vs Lamborghini Countach, duello tra miti

Ultima modifica: 17 Aprile 2020

In questo articolo