Apple Car, accordo con le cinesi Catl e Byd per le batterie?

404 0
404 0

Ennesimo “avvistamento” per la Apple Car, la vettura della Casa di Cupertino ciclicamente riappare nei progetti. Stavolta col sapore dell’intrigo internazionale, perché ci sarebbero di mezzo due aziende cinesi.

Secondo l’agenzia Reuters e sirene sarebbero tornate a cantare. Apple avrebbe cominciato delle trattative con Catl e Byd per la commessa delle batterie della auto  elettrica a guida autonoma della Mela. Che dovrebbe essere presentata nel 2024.

Apple lavora sulla guida autonoma: Tim Cook conferma
Tim Cook, Ceo di Apple

Sarebbe in colpo grosso, anche perché Apple avrebbe richiesto alle società cinesi di realizzare le fabbriche degli accumulatori negli Stati Uniti d’America e non in Cina.

Un fattore destinato a creare perlomeno un certo scompiglio, anche se quasi certamente la l’eventuale fornitura dalla Repubblica Popolare verso gli USA non sarebbe vista di buon occhio.

Ancora molte incertezze per la Apple Car

I due colossi, anche dopo il cambio della presidenza da Trump a Biden continuano a fronteggiarsi a livello globale. Per questo Catl e Byd sarebbero molto incerte. Anche se la seconda ha un importante azionista, la Berkshire Hathaway, di proprietà di Warren Buffett, magnate americano. 

Dopo lo stop, pare all’ultimo momento, della trattativa tra Apple il Gruppo Hyundai/Kia, si riparte. L’oggetto della negoziazione con Catl e Byd sarebbe anche la tecnologia delle batterie.

Apple Car

Da Cupertino per la Apple Car privilegerebbero con la configurazione mono-cella e al litio-ferro (al posto di cobalto o nichel)-fosfato perché più economiche e più facilmente smaltibili. Sarà da vedere anche quanto Apple, storicamente gelosa delle sue tecnologie, accetterà una condivisione, anche parziale, delle sue competenze.

Leggi anche: tutte le news su Apple iCar

Ultima modifica: 9 giugno 2021