Renault Energy Services, una nuova filiale per la mobilità elettrica

1770 0
1770 0

Renault Energy Service, una nuova filiale della Casa francese per lo sviluppo della mobilità elettrica. L’obiettivo è di posizionarsi nel settore dell’energia e delle smart grid, elemento chiave della mobilità elettrica.

Con lo spirito di una start-up, Renault Energy Services nasce per investire in progetti nel settore delle reti elettriche intelligenti, dette smart grid, creando rapporti preferenziali con i diversi player dell’energia. La filiale si focalizzerà essenzialmente sullo sviluppo di progetti di ricarica intelligente (smartcharging), le interazioni tra veicolo e rete elettrica (vehicle to grid) e i progetti relativi alla seconda vita delle batterie.

Oggi compiamo un passo avanti importante con il lancio di Renault Energy Services”, ha detto Gilles Normand, Direttore del Veicolo Elettrico di Renault. “Investire nelle smart grid rappresenta un fattore determinante per potenziare la nostra leadership in Europa nel veicolo elettrico e accelerare il cambiamento di scala di questa industria”.

Cosa è una smart grid?

Una rete elettrica intelligente – o smart grid – è una rete di distribuzione di elettricità che favorisce la circolazione di informazioni, onde adattare il flusso di elettricità in tempo reale e consentire una gestione più efficace della rete. Connessi alle smart grid, i veicoli elettrici Renault favoriscono la disponibilità di un’energia meno inquinante e meno costosa.

La ricarica intelligente, o smartcharging, modula la ricarica del veicolo in funzione dei fabbisogni dell’utente e dell’offerta di elettricità disponibile sulla rete. La fase di ricarica è massima quando l’offerta di elettricità è più abbondante del fabbisogno. In particolare durante i picchi di produzione delle energie rinnovabili e nelle ore in cui la tariffa dell’elettricità è più bassa.

Nei sistemi vehicle-to-grid, i veicoli sono in grado di immettere elettricità nella rete in corrispondenza dei picchi di consumo. Oltre alla possibilità di ricaricarsi in modo intelligente, i veicoli possono quindi servire anche da unità di stoccaggio temporaneo di energia.

Anche dopo la sua “vita automobilistica”, la batteria del veicolo elettrico conserva un’importante capacità di stoccaggio. Renault può riutilizzarla in ambienti meno esigenti, in particolare per lo stoccaggio di energia stazionaria. Con questa seconda vita delle batterie, Renault è oggi in grado di offrire una risposta a tutta la gamma di esigenze di stoccaggio di energia. Dalla casa unifamiliare agli edifici ad uso ufficio, professionali o accademici, passando per le abitazioni o anche i punti di ricarica di veicoli elettrici.

Ultima modifica: 9 Ottobre 2017