Mercedes Vision EQ Silver Arrow, la roadster elettrica da 750 cavalli

4013 0
4013 0

Mercedes Vision EQ Silver Arrow, lo sguardo della Casa tedesca al futuro e un omaggio al passato. Il prototipo di roadster elettrica da 750 cavalli mostrato a Pebble Beach onora infatti le Frecce d’Argento degli anni ’30. In particolare la W125 Grand Prix. Guidata da Rudolf Caracciola, raggiunse i 432,7 km/h sull’autostrada A5 fra Francoforte e Darmstadt. Un record di velocità su strade pubbliche che è resistito fino al 2017.

Il design filante e lo stile retro della monoposto sono ispirati proprio a quell’impresa e a quella vettura. “Oltre 80 anni fa, le storiche Frecce d’Argento hanno dimostrato che la Mercedes ha un ruolo da pioniere quando si tratta di velocità“, ha detto il chief design officer Gordon Wagener. “La Vision EQ Silver Arrow si ispira a questa eredità. Intesa per accelerazione e piacere di guida, incarna l’idea di lusso e fornisce uno spunto sul futuro del nostro design“.

Il corpo vettura è composto esclusivamente di fibra di carbonio, l’auto misura 5,27 metri di lunghezza. La tinta Alubeam Silver è un altro omaggio alle Frecce d’Argento da corsa. I gruppi ottici anteriori sono composti da una unica striscia luminosa che corre lungo tutta la larghezza dell’auto. Una stessa striscia luminosa corre sotto le minigonne illuminando la scritta EQ, il brand elettrico di Mercedes.

Al di là dei 750 cavalli forniti dai motori elettrici con batteria da 80 kWh e dei 400 km di autonomia non ci sono altri dati sulle prestazioni. Le gomme slick parzialmente coperte preannunciano un ottimo grip e quindi un’accelerazione fulminante in partenza. Come sulla Project One è presente uno spoiler posteriore attivo che può estendersi a seconda delle necessità.

All’interno, passato e futuro si fondono ancora più evidentemente. La pelle marrone per il sedile del guidatore e il volante è quella che ricorda le Mercedes classiche da corsa. La tecnologia futuristica si esalta con lo schermo panoramico davanti al pilota che fornisce tutte le informazioni necessarie. Ad esempio immagini 3D proiettate a generare un circuito virtuale sull’autostrada con altre vetture con le quali gareggiare. Il touchscreen sul volante può consentirei variare modalità di guida e assetti, come accade in Formula Uno. Si può anche generare il rumore di un V8 Mercedes-AMG se non si gradisce guidare nel silenzio.

Ultima modifica: 27 Agosto 2018

In questo articolo