Auto elettriche: Hyundai e Kia investono sulla startup inglese Arrival

2877 0
2877 0

Hyundai e Kia puntano sempre più sull’elettrico, interessandosi anche ad aziende giovani nate appositamente per sviluppare nuove tecnologie di mobilità. Il più recente esempio di questo impegno riguarda il Regno Unito. Le due società coreane hanno infatti investito assieme ben 100 milioni di euro in Arrival, startup inglese che ha creato una speciale piattaforma modulare dedicata alla produzione di veicoli elettrici ed elettrificati.

Leggi anche: Auto elettriche: a Londra i nuovi furgoni eco della Royal Mail

Con questa nuova partnership Kia e Hyundai intendono “introdurre furgoni elettrici di piccole e medie dimensioni a prezzi competitivi e altri prodotti per la logistica e per i servizi di trasporto”, utilizzando appunto la piattaforma modulare firmata Arrival.

Arrival è nata nel 2015 è ha all’attivo 800 dipendenti che lavorano in una serie di piccole fabbriche sparse in cinque paesi nel mondo e che costruiscono veicoli per le comunità delle zone circostanti. Il mezzo di punta di Arrival, che non ha ancora debuttato sul mercato, si chiama Gen2.0-EV (nella foto) ed è un furgone elettrico dedicato alle aziende che operano nelle aree urbane. Non ci sono ancora dettagli tecnici ufficiali riguardo al Gen2.0-EV, ma pare che potrà promettere circa 300 miglia (480 chilometri) con un ricarica. La sua produzione dovrebbe partire nel 2021.

La piattaforma sulla quale si basa il Gen2.0-EV è appunto la stessa che desta interesse a Kia e Hyundai. Una base in stile skateboard che può essere utilizzata per una vasta gamma di veicoli elettrici personalizzati. Le coreane la vogliono usare per ampliare la propria flotta di veicoli elettrici commerciali.

Ultima modifica: 16 Gennaio 2020