Alpine: il futuro del marchio potrebbe essere elettrico

1252 0
1252 0

Fra le conseguenze nefaste della pandemia di Coronavirus, vi sono possibili chiusure definitive di diversi stabilimenti Renault in Europa, fra cui anche quello di Dieppe, dove vengono prodotti i modelli sportivi Alpine. Potrebbe essere la fine per l’amato e storico marchio, ma forse c’è ancora speranza. Alpine potrebbe infatti sopravvivere in una diversa veste: Renault ha in mente di trasformarla in un brand di sole auto elettriche.

Non c’è nulla di confermato: si tratta di supposizioni informate provenienti dalla stampa internazionale (in particolare Autocar). Il destino di Alpine verrà deciso solamente quando il nuovo CEO di Renault, Luca De Meo, inizierà il suo mandato il prossimo luglio.

L’auto regina di Alpine è al momento la bella e tanto apprezzata Alpine A110, di cui tanto si è parlato e che ha guadagnato indiscussi e numerosi consensi fra appassionati ed esperti del settore. È un veicolo ottimo, ma ad Alpine servono numeri di vendita più alti per poter sostenere il proprio business. L’obiettivo di 6mila unità prodotte all’anno che Renault si era fissata tre anni fa per Alpine non è stato ancora raggiunto, con un picco di poco meno di 4.500 esemplari piazzati nel 2019. Questo dato è causato anche e forse soprattutto dal fatto che la Alpine A110 non può essere venduta in America, un mercato importante per questo genere di veicoli.
La Alpine A110 ha anche una concorrenza spietata: ci sono svariati modelli dalle prestazioni simili a quelli della sportiva francese a prezzi più abbordabili.

Un futuro elettrico, dunque, potrebbe essere la soluzione per ridare vita ad Alpine, considerando anche il fatto che la casa madre Renault ha dalla sua un know how importante in questo campo: pensiamo in particolare alla linea di modelli elettrici e ibridi Z.E., con Twizy, Zoe, Kangoo Z.E. o la nuova Captur E-Tech Plug-In Hybrid.

Un altro aspetto incoraggiante è dato dalle evidenti potenzialità che stanno dimostrando le nuove auto sportive elettrificate, le cui prestazioni non fanno rimpiangere quasi per nulla quelle delle supercar tradizionali.

Insomma, appare chiaro che la rinascita di Alpine possa passare per l’elettrificazione, anche se saranno necessari radicali cambi di rotta progettuali e produttivi.

Ultima modifica: 1 Giugno 2020