Stephen Winkelmann, Presidente e Amministratore delegato di Lamborghini, illustra le caratteristiche della nuova Gallardo LP 560-4

939 0
939 0

Dal 1 gennaio 2005 Stephen Winkelmann ricopre la carica di Presidente e Amministratore Delegato di Automobili Lamborghini . Nato a Berlino nel 1964 e’ cresciuto a Roma. Laureato in scienze politiche, nel 1991 inizia la carriera lavorativa in un’azienda finanziaria. Passa successivamente alla Mercedes nel settore vendite. Nel 1994 entra nel gruppo Fiat come area manager Alfa in Germania. Nel 1996 rientra in Italia come Marketing Manager per l’Alfa Romeo. Nel 2004 , prima di passare in Lamborghini, diventa ad di Fiat AG in Germania.

{{IMG_SX}}Quali sono i punti di forza di questa Lamborghini che e’ passata da 260 vetture a oltre 2600?
“Prima di tutto l’italianita’ del prodotto unita ad una tecnologia tedesca come quella dell’Audi. Essere a bordo di una Lamborghini provoca suggestive scene tipiche dell’italianita’: nella campagna pubblicitaria vediamo due signori in conversazione fuori da un bar mentre uno di loro sorseggia un caffe’ espresso; il parcheggio di una stazione di servizio in una zona desertica ridondante di Vespa; due guardie inglesi (famose per il loro proverbiale aplomb) colte in atteggiamento sfaccendato a osservare una Gallardo.”
Come si presenta la nuova Gallardo LP 560-4 rispetto al vecchio modello?
“I nostri ingegneri hanno migliorato la trazione, la gestione e la stabilita’ alle alte velocita’. La trazione integrale e’ stata rivista, nuove le sospensioni, l’aerodinamica ottimizzata, il peso ridotto e l’ottimizzazione degli attriti contribuiscono al miglioramento complessivo della vettura.”
Non sara’ uscita una vettura troppo performante, difficile da guidare nelle citta’?
“Direi il contrario. La nuova Gallardo LP 560-4 si presenta oggi come una vettura sportiva studiata per poter garantire un utilizzo quotidiano nel traffico cittadino e nelle lunghe percorrenze, nonche’, per chi lo voglia, un esaltante impiego su pista. Il tutto grazie ad un nuovo cambio che permette di scegliere tra la cambiata manuale, mediante la leva all’interno della griglia di selezione delle 6 marce, o l’elettro attuato e-gear comandato dalle due palette al volante.”
E’ stato rivisto anche il motore?
“Si, e’ stata aumentata la cilindrata e migliorata la coppia. Il nuovo propulsore V10 adesso e’ di 5,2 litri a iniezione diretta stratificata che eroga una potenza di 560 cv (412 kW) a 8000 giri/min. L’aggiunta di 40 cv rispetto al modello precedente e la riduzione di peso di 20 kg hanno migliorato il rapporto peso/potenza raggiungendo quota 2,5 kg/cv. La velocita’ massima e’ di 325 km/h. Il nuovo propulsore entusiasma anche per la sua efficienza: nonostante il chiaro incremento delle prestazioni, e’ stato possibile diminuire i consumi e le emissioni di CO2 del 18%.”
Tutto bene, ma recentemente e’ stato criticato il fatto di avere troppi componenti dell’Audi R8 che e’ un modello che si colloca in una classe inferiore?
“E’ una cosa da sfatare. Noi riceviamo al massimo un 20% di compenentistica della casa madre. Per il resto sono tutti componenti che noi andiamo a prendere in giro per il mondo seguendo il criterio di economicita’ e ottima qualita’. Il tutto poi viene sempre rivisto nella nostra fabbrica di Sant’Agata Bolognese. E in futuro saranno sempre piu’ i prodotti esclusivi Lamborghini pur contiuando a sfruttare gli scambi ingegneristici con l’Audi.”
Nella nuova Gallardo non ci sono molte novita’ dal punto di vista del design?
“Perche’ intervenire in un design innovativo che mette in risalto il connubio tra eleganza e potenza ? Il lavoro meno appariscente, ma sostanzioso, e’ stato fatto nel miglioramento ulteriore dell’aerodinamicita’ e nei confronti della sicurezza del pedone. La Gallardo LP 560-4 raccoglie l’eredita’ del nostro modello di maggior successo di tutti i tempi. A partire dal 2003 circa 7100 Gallardo sono uscite dallo stabilimento di Sant’Agata Bolognese. La LP 560-4 rafforzera’ notevolmente questa storia di successo, portando avanti in maniera coerente la strategia di crescita del marchio Lamborghini “.
Quali sono gli obiettivi, sempre legati allo stabilimento bolognese, anche in caso di una eventuale ulteriore crescita?
“Per quanto riguarda il nostro stabilimento non ci sono problemi di sorta. Raddoppiando i turni, e con alcuni cambiamenti strutturali possiamo arrivare a raddoppiare la produzione. La fabbrica di Sant’Agata e’ un punto fermo per noi. Gli obiettivi? Ambiziosi anche perche’ ci stiamo affacciando in nuovi mercati (Cina, Russia, ndr) e abbiamo ufficializzato proprio in questi giorni la nostra prima divisione separata dall’Italia, in California a Santa Monica.”
A questo punto ci deve dire quando sara’ in vendita, quanto costera’ e quali sono i concorrenti piu’ diretti per questa LP 560-4?
“Le prime consegne a inizio estate, al prezzo di 146.000 euro escluse le tasse. Per quanto riguarda le concorrenti dirette, chiaramente la Ferrari e l’Aston Martin. “

Ultima modifica: 16 Novembre 2017