Lo Yacth di Codecasa per lo stilista Armani

1148 0
1148 0

Lei e’ il continuatore di una lunga e gloriosa tradizione di mastrid’ascia, che costruirono alcune delle piu’ belle navi a vela viareggine. Che cosa rimane oggi?
“Rimane un patrimonio di esperienze accumulate e tramandate di padre in figlio in oltre 150 anni di attivita’ ininterrotta. Rimane il gusto e l’amore per le cose fatte bene che ho cercato di trasmettere, devo dire con successo, a tutti i miei collaboratori.”
L’italian style ha fatto degli yachts italiani il top al mondo. Considera l’affollamento di nuovi costruttori un’opportunita’ per il Paese?
“Il nostro settore ha visto in questi ultimi anni un proliferare di nuovi costruttori. Personalmente non considero questo affollamento un pericolo di “inquinamento”. Gli armatori importanti, che sono quelli di nostro esclusivo interesse, non sono degli sprovveduti e quando decidono di costruirsi una barca si orientano sul marchio conosciuto e consolidato nel tempo, avendo cosi’ la certezza di poter contare su un prodotto qualitativamente di elevato standard e commercialmente durevole nel tempo.”
Un prodotto Codecasa, oggi macchine ultrasofisticate e tecnologiche, ha ancora la “mano d’artista” o e’ solo una leggenda?
“Considero le imbarcazioni prodotte dai nostri cantieri un po’ come le mie creature e dedico ad ognuna di esse il massimo dell’attenzione e della cura nei dettagli, ed in questo devo dire che sono particolarmente esigente. La mia filosofia , che cerco di trasmettere con il mio esempio ai miei figli ed ai miei collaboratori, e’ che le barche che noi realizziamo debbano piacere prima a noi che ai nostri clienti. “

Il marchio Codecasa fornisce da poco le motovedette “Ogni Tempo” per la Guardia Costiera, addirittura con un nuovo cantiere. Con quali prospettive?
“Dopo il grande successo avuto dalle nostre motovedette “Ogni Tempo”, fornite alla Guardia Costiera, abbiamo firmato nuovi contratti con il Ministero per la fornitura di 6 motovedette della Classe 800 Valentjn e di 2 nuove motovedette della Classe 300 Ariee Visser da 18,80 metri. “
La caduta del dollaro ha creato problemi? Quali i riflessi ?
“La caduta del dollaro non ci ha creato particolari problemi. D’altra parte, quando qualcuno dei prestigiosi personaggi decide di costruirsi una nuova barca, esige il marchio affermato e non e’ certo la svalutazione del dollaro a scoraggiarlo o ad impedirgli di rivolgersi a noi.”
Uno degli yachts in assoluto piu’ attesi e’ il nuovo Mariu’, che Codecasta sta costruendo per Giorgio Armani. Quali le caratteristiche principali?
“La nuova barca per Armani, e’ stata da lui concepita per vedere realizzata la sua idea su come deve essere vissuto il mare senza esibizionismo ed esce quindi fuori dai canoni tradizionali. Ad iniziare dal colore per cui quello dominante e’ uno solo, un verde molto scuro utilizzato per lo scafo e le sovrastrutture. Tutti gli ambienti beneficiano di una illuminazione naturale molto efficace, filtrata da grandi veneziane in betulla, che oltre ad una funzione pratica ne hanno una anche estetica. L’arredo segue uno schema improntato alla massima semplicita’. Una soluzione molto apprezzata sul precedente Mariu’ e ripetuta sulla nuova barca e’ la grande veranda di poppa. Qui si concentrera’ una buona parte della vita di bordo al chiuso, grazie alla presenza della zona Bar. “
Armani e’ un cliente di vecchia data. Ha partecipato al disegn degli interni?
“Si’, li ha disegnati lui personalmente con l’ausilio dello Studio Ortelli, composto da architetti di sua fiducia. “
Direttamente da Armani?
“L’input su tutto e’ arrivato da Armani in persona. Poi in accordo con i nostri architetti sono venuti fuori gli interni della barca. Clienti come Giorgio Armani, Leonardo Del Vecchio, Sir Michael Smurfit, per citarne solo alcuni, che gia’ possedevano nostre barche, si sono nuovamente affidati con fiducia a noi, avendo la certezza di vedere realizzati i loro sogni. “

Ultima modifica: 16 Novembre 2017