Il gruppo Fiat al salone di Ginevra

775 0
775 0

MARCHIONNE

BOND:”Staremo fuori fino a quando mercato sara’ razionale”. “Non abbiamo fermato il bond ma lo abbiamo sospeso. Gli investitori li conosciamo e sappiamo chi vuole comprare il bond e quando il mercato sara’ pronto ci presenteremo”. Cosi’ ha detto l’amministratore delegato della Fiat. “Abbiamo deciso di starcene fuori – ha aggiunto – fino a quando il mercato non torna ad essere di nuovo razionale. Adesso – ha concluso – non ha una reazione razionale”.
VALENTINO ROSSI: “Siamo molto felici di aver sponsorizzato la moto di Valentino Rossi. E’ una grandissima occasione per Fiat ma e’ anche una questione di orgoglio italiano”. Ai cronisti che gli chiedevano se il marchio Fiat ptrebbe comparire anche sulla maglia della Juventus, sorridendo ha affermato: “si potrebbe fare qualcosa di divertente, ma anche su altre maglie”.
MASERATI: “Sulla GranTurismo e sulla Quattroporte c’e’ stato un grande lavoro ingegneristico”. “La GranTurismo – ha aggiunto – e’ una scultura ed anche il piu’ bel coupe’ del mondo, oltre ad essere anche una vera 4 posti”.
TATA:”Se parlando di low cost si intende quella che vuole fare Tata, direi di no. Se invece si pensa ad una low cost sul genere della Logan allora ci stiamo pensando”. Lo ha detto oggi a Ginevra l’amministratore della Fiat, Sergio Marchionne, rispondendo ad una domanda sulla possibilita’ della costruzione con la Casa indiana di una vettura “a basso prezzo”. “Pensiamo – ha precisato – ad un replacement della Palio”. Il manager italo canadese ha anche ribadito che la Fiat sta lavorando a nuove alleanze industriali e che un annuncio e’ atteso entro il primo semestre. Ha poi aggiunto che la vettura low cost della Fiat sara’ “la nuova Palio che derivera’ dalla piattaforma B”. “Noi avevamo gia’ una low cost – ha precisato – che era la precedente Palio. La nuova posso assicurare che e’ bellissima”. Ha poi ricordato che la Fiat Linea, realizzata in Turchia, verra’ prodotta per i mercati emergenti “ma non sara’ la nostra low cost”.
SU TERMINI IMERESE: “Dobbiamo pensare agli stabilimenti italiani, ed in particolare a Termini Imerese: aumentare la produzione in Polonia senza risolvere il problema dello stabilimento siciliano e’ inconcepibile”. Cosi’ Marchionne ha commentato i rumors pubblicati da ‘Automotive news’ in merito ad un possibile raddoppio di produzione dell’impianto polacco (dove sara’ assemblata la nuova 500). Per lo stabilimento di Tychy c’e’ un progetto di crescita fino a 530mila unita’: attualmente e’ la sede dove si costruisce la Panda e a breve iniziera’ l’assemblaggio della nuova Fiat 500 e della erede della Ford Ka. “Aumentare la produzione in Polonia senza risolvere la questione dello stabilimento siciliano e’ inconcepibile – ha ripetuto Marchionne – e la Fiat non lo farebbe mai e non puo’ farlo. Occorre riequilibrare la produzione in Italia e Termini deve arrivare – ha concluso – a 230mila unita’ annue rispetto alle 100mila attuali”.

DE MEO

LOW COST: La nuova auto low cost che Fiat sta progettando sara’ lanciata sul mercato <<entro il 2010>>. Lo ha annunciato l’amministratore delegato di Fiat Automobiles spa, Luca De Meo, a margine del Salone dell’auto di Ginevra. Bocche cucite per ora sul prezzo della low cost Fiat, una nuova versione della Palio che punta ad essere la diretta concorrente della Logan <<perche’ con questo progetto – ha precisato De Meo – siamo ancora in una fase embrionale>>.
BRAVO: A un mese di distanza dalla commercializzazione della bravo <<possiamo contare gia’ piu’ di 100mila ordini, un progresso superiore ai nostri target iniziali>>. Cosi’ l’ad di fiat automobiles, luca de meo. Tale risultato – ha detto – <<non ci sorprende troppo visti i tanti feedback positivi degli ultimi mesi>>. Da marzo bravo sara’ commercializzata anche fuori italia. Il 2007 – ha proseguito de meo- e’ iniziato <<sotto i migliori auspici>> per fiat automobiles. Ha poi aggiunto che a gennaio fiat ha scalato la classifica delle vendite a livello europeo posizionandosi al quinto posto e a febbraio ha raggiunto una delle quote di mercato migliori dal 2002, mentre ha anche annunciato il lancio, tra due mesi, a istanbul, della linea, la berlina a tre volumi destinata alla turchia e ai paesi emergenti. <<e’ un altro nuovo modello che sara’ lo strumento dell’espansione internazionale della nostra marca in mercati cruciali come turchia, india e cina>>, ha concluso.

MONTEZEMOLO

La nuova Maserati GranTurismo, presentata in anteprima mondiale al Salone dell’automobile di Ginevra “e’ stupenda e copre una fascia di mercato in cui il nostro gruppo era un po’ scoperto”. Lo ha detto il presidente del Lingotto, Luca Cordero di Montezemolo, visitando lo stand della Maserati. “E’ una vera Maserati – ha aggiunto – c’e’ un family filing forte anche con la Quattroporte”. “Come quando la Ferrari vinceva ogni weekend si creano a volte aspettative eccessive. La crescita della Borsa e’ stata straordinaria. Due giorni di riassestamento sono salutari per metterci di fronte alla realta’”. Questa la replica ai cronisti riguardo al tonfo delle borse.

FRANCOIS

La Lancia punta nel 2007 a mantenere in Italia il risultato ottenuto lo scorso anno con 100 mila vetture vendute e una quota di mercato del 4,3%. Lo ha detto Olivier Francois, amministratore delegato di Lancia Automobiles, ricordando che l’obiettivo a medio termine sono le 300 mila vetture vendute nel 2010. ”In verita’ – ha spiegato – si tratta di una sfida estremamente ambiziosa perche’ presuppone che ognuno dei nostri due modelli, Ypsilon e Musa, continui ad occupare una posizione di leader nel rispettivo segmento. I risultati del primo bimestre sono confortanti. In Italia i volumi del 2007 sono in crescita, con una forte accelerazione in febbraio, +9%. La quota di mercato cumulativa e’ del 4,4%, quindi e’ superiore all’anno scorso e tocca perfino il 4,7% in febbraio. Lancia Ypsilon si conferma leader del segmento B 3 porte e Lancia Musa ha conquistato la leadership del segmento delle monovolume compatte negli ultimi sei mesi”. Parlando dei mercati esteri, Francois ha ricordato che ”per il primo bimestre 2007 le nostre iniziative sembrano dare i loro frutti, con una crescita in Europa dell’11% e dei risultati particolarmente interessanti in Germania, +44%, in Francia, +37%, e in Spagna, +19%”. ”L’ apertura dei nuovi mercati come la Russia e la Turchia che partono in questo momento – ha precisato – ci aiuta in questo trend”.
A Ginevra la Lancia ha presentato il nuovo logo (sotto) che reinterpreta in modo moderno lo storico scudo. ”La parola Lancia – ha spiegato Francois – assume maggiore importanza grazie ai caratteri piu’ larghi e piu’ leggibili. La Lancia e la bandiera si trasformano simbolicamente in due lancette che ricordano quelle del contagiri e dell’indicatore di velocita’. Il volante e lo scudo sono due elementi ai quali rimaniamo fedeli ma subiscono una semplificazione grafica. L’insieme degli elementi da’ come risultato un logo di grande impatto sul piano visivo, che focalizza l’attenzione sul nome del marchio Lancia”. Uscira’ nell’ estate 2007 e la prima vettura a cui sara’ abbinato sara’ la Ypsilon Sport.

RONCHI

“I primi due mesi di Maserati sono rassicuranti, in linea con gli obiettivi che ci eravamo prefissati. Puntiamo nel 2007 a superare le 7.000 unita’ vendute e ad ottenere il pareggio”. Lo ha detto oggi a Ginevra Roberto Ronchi, ad di Maserati.

TATA

“Sono sicuro che sara’ possibile ampliare la nostra collaborazione, ma credo che succedera’ naturalmente, man mano che procediamo”. Cosi’ ai giornalisti Ratan Tata, numero uno dell’omonimo gruppo, partner di Fiat, che ha aggiunto: “siamo molto soddisfatti ed entusiasti della collaborazione con fiat. Credo che possiamo fare molto assieme collaborando in diverse aree geografiche e con differenti piattaforme da entrambe le parti”.
Parlando della macchina low cost che tata intende produrre e che dovrebbe costare intorno a 2mila euro, ratan tata ha commentato: “e’ troppo presto parlare di una collaborazione sulla macchina low cost con fiat”. Il lingotto – ha proseguito – ha espresso “un qualche interesse a commercializzarla in alcuni paesi ai quali stiamo guardando e credo che questa sara’ un tipo di macchina molto rivoluzionaria per il prezzo. Ritengo che sia Tata sia Fiat ne potranno trarre vantaggio. Tata ha inoltre indicato, sorridendo, che tra gli stand si e’ soffermato “in particolare alla Ferrari”, dove il presidente della rossa, Luca Cordero di Montezemolo, e l’ad Del gruppo fiat, Marchionne, gli hanno anche presentato le vetture esposte.

Ultima modifica: 16 Novembre 2017