Volvo V60 dal cuore ibrido: 50 km con 1 litro di gasolio

850 0
850 0

Al salone di Ginevra il marchio svedese lancia una wagon con una tecnologia rivoluzionaria per le vetture ecologiche. Emissioni contenute, i consumi sono da record. Il prototipo sara’ in vendita dal prossimo anno

Ginevra, 7 marzo 2011 – La V60 della Volvo scopre un’anima ibrida. Al salone di Ginevra il marchio svedese, oggi di proprieta’ dei cinesi delal Geely, ha presentato una V60 wagon con una tecnologia rivoluzionaria per le vetture ecologiche. Il prototipo, orgogliosamente esibito dal presidente di Volvo Stefan Jacoby, sara’ in vendita il prossimo anno.

Si tratta della prima diesel ibrida plug-in mai messa in strada. Puo’ essere impiegata come una classica auto a gasolio, usando il tasto Power. La potenza combinata e’ di 215+70 Cv con accelerazione da 0 a 100 orari in 6,9 secondi. Ma si puo’ utilizzare come ibrida diesel-elettrica (tasto Hybryd, con emissioni di Co2 limitate a 49g/km) oppure come una elettrica a zero emissioni (tasto Pure con autonomia fino a 50 km). La trazione, anteriore, e’ affidata a un nuovo turbodiesel 5 cilindri di 2,4 litri da 215Cv con cambio automatico a sei rapporti, mentre le batterie da 12kWh sono agli ioni di litio. Con il tasto AWD al centro della consolle si attivano le quattro ruote motrici.

Nell’eterno dibattito sull’elettrico, i suoi limiti e benefici la Volvo V60 plug in ha il pregio della concretezza e la partnership importante della societa’ svedese Vattenfalal che fornisce l’ernegia elettrica. L’auto e’ lussuosa, ampia, a basse emissioni di Co2 e promette un consumo di 1,9 litri per 100 chilometri.Il tutto senza rinunciare al piacere di guida, all’elevato standard di sicurezza e alle elevate prestazioni che sono la cifra abituale della casa svedese.
 

Ultima modifica: 16 Novembre 2017