Honda Motor raddoppia l’utile netto

1195 0
1195 0

Il rafforzamento dello yen e il calo di vendite in Giappone non hanno impedito alla casa giapponese di portare il proprio risultato netto a 4, 45 miliardi di euro nei primi nove mesi del 2010/11

Tokyo, 31 gennaio 2011 – La casa automobilistica Honda Motor ha raddoppiato il suo utile netto dei primi nove mesi del 2010/11 attraverso vivaci dinamiche di business in Asia, nonostante il recente calo delle vendite di auto in Giappone. In conseguenza di questo ha alzato le sue previsioni sui profitti annuali.
 

Tra aprile e dicembre, il gruppo giapponese ha aumentato il fatturato del 6,7% a 6,723.7 miliardi di yen (61 miliardi di euro), grazie a un aumento delle vendite di automobili in America del Nord e in Asia e delle vendite di motocicli in Giappone, Asia e Sud America. Le vendite dinamiche combinate con una riduzione dei costi hanno permesso di quasi raddoppiare l’utile operativo (+95,6%) a 523,3 miliardi di yen.
 

Di conseguenza, l’utile netto dei primi nove mesi dell’anno e’ balzato del 149,5% a 489,5 miliardi di yen (4,45 miliardi di euro). Il fatturato del gruppo e’ sceso del 5,8% nel terzo trimestre a 2.110,4 miliardi di yen. Honda ha messo in evidenza l’impatto dei tassi di cambio sfavorevole per spiegare il calo del 29% dell’utile operativo tra ottobre e dicembre a 125,6 miliardi. Con la valuta giapponese che rimane alta rispetto al dollaro e all’euro, “e’ difficile competere con le altre societa’ in un settore in cui la competizione e’ feroce”, afferma Koichi Kondo, vice presidente esecutivo di Honda in una conferenza stampa.
 

L’utile netto per il terzo trimestre e’ risultato di 81,1 miliardi di yen, in calo quasi del 40%. Honda ha pero’ ancora una volta alzato le sue previsioni di profitto per l’intero anno, a causa di “un aumento delle vendite delle due ruote in Asia e in Sud America, una produzione piu’ varia in Nord America, la riduzione dei costi e un miglioramento delle attivita’ finanziarie “, ha detto la societa’. La societa’ si aspetta ora un risultato operativo aumentato di quasi tre quarti a 620 miliardi di yen e un utile netto quasi raddoppiato a 530 miliardi contro 500 miliardi per ciascun dato previsto dopo il primo semestre.

Ultima modifica: 16 Novembre 2017