Iniziativa Pirelli, rottamazione gomme

871 0
871 0

Presentata oggi a Roma dal presidente Tronchetti Provera

{{IMG_SX}}L’incentivo per la sostituzione degli pneumatici usurati si inserisce nel programma di Pirelli di “sviluppare soluzioni e prodotti sempre piu’ innovativi ed ecologici, coerentemente con quanto annunciato nel piano industriale 2009-2011”, presentato dal Gruppo lo scorso febbraio. L`iniziativa e’ stata presentata oggi a Roma dal presidente di Pirelli, Marco Tronchetti Provera, e dall’amministratore delegato di Pirelli Tyre, Francesco Gori, nell’ambito di una manifestazione alla quale erano presenti Altero Matteoli, ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Adolfo Urso, sottosegretario di Stato allo Sviluppo Economico-Commercio Internazionale, Mario Valducci, presidente Commissione Trasporti, Poste e Telecomunicazioni della Camera dei Deputati, e Andrea Mondello, presidente di Unioncamere.  “Con un grande sforzo di ricerca siamo riusciti in tempi brevi ad anticipare la normativa europea del 2012. Oltre ad avere componenti di sicurezza fondamentali c’e’ anche una componente ecologica. L’incentivo – ha osservato Tronchetti Provera – e’ uno sforzo che l’azienda fa per garantire la sicurezza e dare fiato al mercato”. Nel corso della manifestazione, sono state illustrate le caratteristiche del Cinturato P7, “il primo pneumatico ecologico ad alte prestazioni” destinato al segmento alto del mercato. Il P7 completa la famiglia di prodotti verdi Cinturato, lanciata lo scorso anno nei modelli (P4 e P6) destinati alle auto di fascia media.

 

Il programma di incentivi per la sostituzione degli pneumatici promosso da Pirelli prevede, in collaborazione con Eni e per i soci del programma You&Agip;, un contributo per l`acquisto di carburante che puo’ arrivare fino a 60 euro a seconda del tipo di pneumatico della famiglia Cinturato acquistato da fine maggio a fine luglio.  “Sotto il profilo ecologico, il Cinturato P7, oltre ad assicurare un abbattimento delle emissioni di anidride carbonica (CO2) fino a 4 grammi per chilometro percorso, con una conseguente riduzione dei consumi di carburante, e’ in grado – spiega la societa’ – di abbassare le emissioni acustiche del 30%. Dal punto di vista della sicurezza, assicura ottime prestazioni sia sull’asciutto sia sul bagnato. Lo pneumatico contribuisce mediamente al 20% dei consumi complessivi e delle emissioni di anidride carbonica di un veicolo”.

Ultima modifica: 16 Novembre 2017