Mini, taglio di 850 posti di lavoro in stabilimento britannico

1080 0
1080 0

Il gruppo tedesco Bmw ha annunciato tagli a 850 posti di lavoro all’impianto britannico che produce le Mini

{{IMG_SX}}Il gruppo tedesco Bmw ha annunciato tagli a 850 posti di lavoro all’impianto britannico che produce le Mini, marchio controllato dalla casa bavarese. Anche se nel 2008 e’ stato uno dei pochi segmenti a mostrare una certa tenuta rispetto alla contrazione mondiale dell’auto, “non e’ immune alla crisi” e secondo il gruppo tedesco bisogna riadattare la produzione al contesto generale. In precedenza la stessa Bmw aveva riferito che sull’insieme del 2008 le vendite di mini erano cresciute del 4,3 per cento, a 232.425 esemplari totali, a fonte di un calo del 5 per cento per l’insieme del gruppo Bmw. Tuttavia a gennaio le vendite di Mini sono crollate del 35 per cento nel paragone con lo stesso mese del 2008. Bmw ha rilevato il marchio Mini nel 1994 assieme alla Rover. L’impianto che produce le compatte e’ situato a Cowley, nei pressi di Oxford, conta 4.700 addetti e sforna circa 800 Mini al giorno di cui l’80 per cento destinate all’export.

Ultima modifica: 16 Novembre 2017