Convergenza: cos’è e perchè deve essere fatta

577 0
577 0

La convergenza in un autoveicolo è un’operazione meccanica che andrà effettuata sul veicolo; vediamo come fare e qual è la sua funzione.

La convergenza delle ruote di un veicolo ha lo scopo di uniformare l’usura che inevitabilmente caratterizzerà gli pneumatici; ovviamente l’usura interesserà sia gli pneumatici anteriori che gli pneumatici posteriori. E’ un’operazione meccanica che contribuirà a mantenere una buona tenuta di strada del mezzo, soprattutto quando esso di troverà ad affrontare le curve. La convergenza servirà inoltre a mantenere stabile la direzionalità longilinea e rendere quindi confortevole la guida.

Cos’è

Le operazioni di regolazione della convergenza delle ruote, sono un lavoro che solitamente viene effettuato dall’autoriparatore, ovvero dal gommista o dal meccanico. Interverrà direttamente sulle testine della scatola dello sterzo dell’autoveicolo. Le testine verranno opportunatamente regolate, a seconda di quelli che saranno i valori da impostare sulle ruote, stabilendo il valore preciso della convergenza; detto valore potrà essere espresso sia in gradi angolari e in minuti primi, che in millimetri; per quanto riguarda i millimetri, si tratta certamente dell’unità di misura preferita, per ragioni di comodità di interpretazione diagnostica.

Oltre alla convergenza, ovvero quando le ruote del veicolo saranno chiuse in avanti, vi è la divergenza, ovvero quando le ruote saranno invece aperte in avanti. Per convergenza nulla (ovvero uguale a zero) si intende invece quando le ruote del veicolo saranno perfettamente parallele tra loro. Si tratta di impostazioni che comunque verranno indicate dal costruttore del veicolo, che talvolta si accorderà con il costruttore dell’apparecchio assetto ruote.

L’apparecchio assetto ruote è lo strumento con il quale il tecnico gommista rileva le misure geometriche che caratterizzano le ruote anteriori e posteriori del veicolo, visualizzandole in seguito sul proprio computer. Le misure delle ruote verranno monitorate, con lo scopo di individuare e diagnosticare eventuali deformazioni di alcune componenti meccaniche della parte del sottoscocca (ad esempio i braccetti dello sterzo, i bracci oscillanti, gli ammortizzatori o il telaio della vettura).

Perchè farla

Sarà molto semplice accorgersi se il proprio mezzo necessità di effettuare delle operazioni di convergenza. Tuttavia andrà sempre considerato che il tecnico gommista è il vero specialista deputato a valutare le condizioni tecniche dell’assetto di un veicolo. In caso di mancata convergenza, ciò che emergerà evidente, sarà un consumo anomalo del battistrada di uno o di più pneumatici. In questo caso, si renderà necessario effettuare la convergenza, per stabilizzare ed ottimizzare l’assetto del veicolo, che tornerà ad essere caratterizzato dalla massima stabilità e sicurezza di guida.

Ultima modifica: 8 maggio 2018