Audi pensa di aprire una produzione di batterie per veicoli elettrici in Germania

417 0
417 0

La dirigenza Audi sta valutando la possibilità di aprire una propria linea produttiva di batterie per auto elettriche plug-in in Germania. Lo ha rivelato recentemente il CEO dell’azienda, Rupert Stadler. La decisione definitiva arriverà però solo dopo attenti calcoli e studi che valutino la sostenibilità economica del progetto.

UNA SCELTA RISCHIOSA

L’annuncio è importante perché va a confermare l’intenzione di Audi, in linea con la strategia generale del gruppo Volkswagen, di andare fino in fondo nello sviluppo di una sua più ampia offerta di veicoli a zero emissioni nel prossimo futuro. Ma bisogna comunque considerare la portata di un simile progetto in termini di spese.

I costi del lavoro in Germania sono infatti troppo alti per un mercato agli inizi come quello dell’elettrico. I sindacati spingono ovviamente per una produzione tedesca, in particolare nei due principali stabilimenti Audi di Ingolstadt e Neckarsulm, ma la dirigenza si dice ancora in fase di riflessione: al momento la casa potrebbe non essere in grado di produrre batterie a un costo sufficientemente basso da competere con altre aziende già avviate in altri paesi del mondo.

Rupert Stadler ha lasciato però uno spiraglio aperto, affermando che Audi si riserva un tempo di uno o al massimo due anni prima di decidere se e dove aprire. Molto probabilmente per verificare la supposta crescita di domanda di veicoli elettrici, che nei prossimi anni potrebbe subire un costante aumento.

Ultima modifica: 19 marzo 2018