Spiazza tutti Musk: «Lascio Twitter se trovo un successore folle»

161 0
161 0

Elon Musk ci ha abituati con dichiarazioni fuori dalle righe e di sicuro impatto. Stavolta non si tratta di auto, ma quando il patron di Tesla e SpaceX parla, influenza tutto il mondo che ruota attorno a lui.

Elon è pronto a fare un passo indietro: lascerà la guida di Twitter non appena avrà trovato «qualcuno abbastanza folle da assumere l’incarico».

Ecco il sasso. L’apertura del miliardario segue l’esito del sondaggio online fra i suoi 122 milioni di follower, ai quali nei giorni scorsi ha chiesto se fosse opportuno dimettersi da Ceo della società che cinguetta.

A sorpresa, almeno per Musk, la maggioranza si è detta a favore delle sue dimissioni mettendo di fatto il patron di Tesla all’angolo. Dopo giorni di silenzio, quasi ignorando il ‘risultato elettorale’, il miliardario è però uscito allo scoperto annunciando il suo possibile ritiro. Musk ha però precisato che, una volta lasciato l’attuale ruolo, si concentrerà sulla parte ingegneristica di Twitter lavorando con coloro che si occupano di server e software.

La longa manus di Elon

Non è escluso che mantenga comunque una mano lunga sul timone della società, paragonata a un aereo che vira verso terra «ad alta velocità, con i motori in fiamme e i controlli che non funzionano». Proprio per questo, ha spiegato il patron di Tesla, sono stati necessari forti tagli: senza ci sarebbe stato un flusso di cassa negativo per 3 miliardi di dollari.

Elon Musk - ottimo l'ultimo trimestre
Elon Musk e Model 3, l’auto della svolta per Tesla

La situazione di Tesla

Guardano con speranza al passo indietro di Musk gli azionisti di Tesla. I titoli del colosso delle auto elettriche sono in rialzo a Wall Street con le indiscrezioni su un possibile nuovo round di tagli del personale nel primo trimestre del 2023 e di un congelamento delle assunzioni. Situazione in movimento, non c’è che dire.

Leggi ora: Tesla Model Y Long Range AWD, la prova del Suv elettrico

Ultima modifica: 22 Dicembre 2022