Mini Cabrio: forse addio nel 2024

1395 0
1395 0

Non sono molti i modelli di auto immortali. La maggior parte, prima o poi, è destinata ad andare in pensione. È il caso, ad esempio, della Mini Cabrio, la versione scoperta dell’iconica piccola vettura, che sembra abbia ormai il tempo segnato. Secondo diverse e sempre più numerose voci provenienti dai media internazionali, la Mini Cabrio sparirà presto dal catalogo per lasciare il posto a due nuovi crossover, di cui uno elettrico.

Leggi anche: Il futuro incerto di Audi TT: l’icona sportiva va in pensione?

C’è anche già una data sul possibile pensionamento della Mini scoperta: febbraio 2024. Le ragioni? Le solite: calo delle vendite e alti costi di produzione. Gli acquisti di Mini Cabrio, infatti, sono scesi a livello globale di oltre il 10% dal 2016 a oggi (periodo di commercializzazione della terza e più recente generazione). Negli Stati Uniti si è arrivati addirittura a un picco del 25%. Dati, questi, che indicano un chiaro allontanamento del pubblico di riferimento e la mancanza di una nuova generazione di potenziali clienti. Il calo, infine, è da mettere in relazione ai costi elevati necessari per la produzione di questo modello.

Dando ascolto alle voci che girano, soprattutto dal sito Automotive News che cita anonime fonti interne alla catena produttiva del Gruppo BMW, Mini Cabrio verrà dunque messa da parte per dare spazio a modelli che promettono maggiori soddisfazioni. Saranno dunque due nuovi crossover, molto probabilmente, i cavalli di battaglia del prossimo futuro di Mini, uno dei quali total electric.

Ultima modifica: 25 Agosto 2020