La rinascita di Bizzarrini con la supercar Giotto

639 0
639 0

La storica azienda livornese Bizzarrini ha presentato un nuovissimo modello, a quasi 60 anni di distanza dall’iconica Bizzarrini 5300 GT. Si chiama Bizzarrini Giotto ed è una supercar alimentata da un motore V12 firmato Lamborghini.

Bizzarrini Giotto 6
Bizzarrini Giotto (Foto: Bizzarrini)

Il nome rende chiaramente omaggio al fondatore dell’azienda Giotto Bizzarrini, ingegnere e collaudatore che ha contribuito alla nascita della Ferrari 250 GTO e dell’originale Lamborghini V12. La Bizzarrini Giotto ha un design affilato, che richiama la Bizzarrini 5300 GT del 1964: non a caso entrambe le auto sono state disegnate con il contributo di Giugiaro. La carrozzeria è moderna, in fibra di carbonio. Ci sono fari a LED e doppie prese d’aria sul cofano. Le linee sono state pensate per massimizzare l’aerodinamica.

Bizzarrini Giotto 2
Bizzarrini Giotto (Foto: Bizzarrini)

Come già accennato, la Giotto manterrà fede al proprio passato montando un potente motore V12 aspirato di derivazione Lamborghini e sarà abbinato a un cambio automatico a doppia frizione e otto rapporti. Non ci sono ancora dettagli sulle specifiche tecniche, messe a punto da una squadra di ingegneri guidati da Chris Porritt, già ex responsabile tecnico per Tesla, Rimac e Aston Martin.

Al momento esistono solo delle immagini render della Bizzarrini Giotto. I primi test su un modello reale dovrebbero iniziare non prima del 2024.

Ultima modifica: 1 Febbraio 2023

In questo articolo