La Delorean di ‘Ritorno al futuro’ va a 88 miglia all’ora? Multata

14503 0
14503 0

Un uomo californiano di trentasei anni ha preso una multa di 400 dollari per eccesso di velocità. Qual è la notizia? Ebbene, Spencer White (questo il suo nome) è stato beccato a 88 miglia orarie (circa 140 km/h) a bordo di una Delorean DM-C12 del 1981. Gli appassionati del film ‘Ritorno al futuro’ avranno già capito dove sta la nota divertente.

UN’AUTO MITICA
Nata nel 1981 e prodotta senza successo fino al 1983, la Delorean è entrata nell’immaginario collettivo grazie alla trilogia cult ‘Ritorno al futuro’, firmata da Robert Zemeckis nel 1985. Celebre il suo ruolo di macchina del tempo, guidata da Marty McFly e Emmet “Doc” Brown.

88 MIGLIA ORARIE
Come in molti sanno, nei film di Zemeckis l’auto poteva fare un salto avanti o indietro nel tempo al raggiungimento della velocità delle 88 miglia orarie. E forse Spencer White non ha saputo resistere alla tentazione di sentirsi per un momento protagonista.

Come riferiscono i media americani, infatti, qualche giorno fa White stava portando a fare un giro sua madre sul nuovo acquisto a quattro ruote. Effettuando un sorpasso in autostrada si è accorto di viaggiare intorno alle 86 miglia orarie. Così White ha descritto il momento: “Mi sono girato verso mia madre, che ha 65 anni, e le ho chiesto ‘Vogliamo arrivare a 88 miglia orarie?’. Lei mi ha risposto ‘Certo! Come no?’”, e così per un attimo ha provato a vestire i panni di Marty McFly.

Leggi anche: La prima auto nella storia multata per eccesso di velocità andava a 13 km/h

LA POLIZIA NON ERA D’ACCORDO
Purtroppo per lui, però, in pochi secondi è stato raggiunto dai lampeggianti della polizia. L’agente che lo ha fermato ha emesso la multa, per il superamento del limite di 65 miglia orarie (104 km/h). Ma lo ha fatto con un gran sorriso. Di nuovo White racconta l’accaduto: “Ho aperto la portiera e l’agente mi ha accolto ridendo dicendo ‘Ti ho preso con il rilevatore laser. Andavi a 88 miglia orarie’, vuoi fargli una foto?’”. Tra le risate di tutti, alla fine, White ha in effetti scattato una fotografia allo schermo del laser dell’agente. Un ricordo divertente, anche se gli è costato ben 400 dollari.

Ultima modifica: 6 Giugno 2017