Geely acquisisce Terrafugia e promette auto volanti dal 2019

1921 0
1921 0

Zhejiang Geely, la grande holding cinese che controlla Lynk, Volvo e Lotus, ha annunciato l’acquisizione di Terrafugia, nota startup americana che sta sviluppando prototipi di auto volanti. La promessa è di vedere i primi modelli già operativi nel 2019.

Leggi anche: Il ritorno della DeLorean, in formato auto volante

CAPITALI CINESI, SEDE AMERICANA

Terrafugia ha la sua sede a Boston, Massachusetts. Lì è stata fondata nel 2006 da un gruppo di ingegneri del MIT. Con l’ingresso di Geely non c’è nessun tipo di trasferimento e nemmeno ingerenze di carattere tecnico. I cinesi metteranno solo una gran quantità di capitali, utili ad accelerare i tempi di sviluppo.

IL PRIMO MODELLO NEL 2019

Il primo esemplare di auto volante Terrafugia sul mercato è previsto per il 2019, e dovrebbe essere il Transition, una sorta di piccolo aereo ad ali pieghevoli che può procedere anche in strada. Atterraggio e decollo necessitano comunque di una pista. Nel 2023 dovrebbe invece arrivare il Transition TF-X, modello più avanzato che promette anche volo verticale: molto più comodo per il congestionato traffico urbano.

Al momento Terrafugia sta già accettando prenotazioni da 10mila dollari: sembra molto, ma il prezzo finale del veicolo si dovrebbe attestare sui 279mila dollari.

Leggi anche: Pop.Up, l’auto volante elettrica modulare a guida autonoma

Ultima modifica: 14 Novembre 2017