Ferrari GTO Legacy Tour celebra la mamma delle hypercar

212 0
212 0

A 40 anni dalla presentazione della Ferrari GTO, avvenuta il 28 febbraio 1984 al Salone dell’automobile di Ginevra, Ferrari è lieta di annunciare il GTO Legacy Tour 2024, evento esclusivo che celebra il quarantennale di una vera leggenda. La Casa di Maranello organizzerà dal 1 al 5 ottobre 2024 un’esperienza di guida riservata ai possessori della prima supercar del Cavallino Rampante nell’affascinante cornice delle Dolomiti.

Quella dedicata alla Ferrari GTO sarà la seconda edizione del Legacy Tour, dopo la prima esperienza a tema F40 svoltasi nel 2023. L’evento ha visto coinvolti 39 equipaggi in un itinerario che da Forte dei Marmi, attraverso le Alpi Apuane e le campagne toscane, è giunto a Maranello.

Ferrari F40 Legacy Tour

Il Legacy Tour 2024 avrà invece inizio in Val Rendena. L’elegante scenario delle Dolomiti accompagnerà gli equipaggi fino all’ultimo giorno, che vedrà l’arrivo dei partecipanti a Maranello. Le GTO saranno accolte nello stabilimento del Cavallino Rampante, dove i partecipanti scopriranno alcuni segreti della vettura direttamente dagli esperti di Ferrari Classiche, nonché da alcuni componenti del team di sviluppo della GTO. Le vetture saranno esposte all’interno della fabbrica e, in seguito, una parata sul Circuito di Fiorano chiuderà il GTO Legacy Tour 2024.

I possessori di GTO che desiderassero partecipare al GTO Legacy Tour possono contattare il proprio concessionario di riferimento entro la fine di aprile.

Ferrari GTO, il mito

La potenza del motore V8 sovralimentato, le linee muscolose scolpite da Pininfarina e la scocca in materiale composito incontrarono da subito il favore del pubblico. La GTO è stata la prima auto stradale della Casa di Maranello a montare il motore V8 in posizione longitudinale da 400 cavalli. Il propulsore è anche il primo a essere dotato di due turbocompressori.

La cilindrata di 2,8 litri abbinata al numero dei cilindri le è valsa la denominazione non ufficiale di “288”, mentre il nome è un riferimento alla leggendaria 250 GTO dei primi anni Sessanta. Inizialmente, si puntava a produrne 200 esemplari volti a ottenere l’omologazione per le competizioni dell’allora “Gruppo B”; il regolamento sportivo del campionato subì poi notevoli variazioni e la Ferrari decise di non prendervi parte.

La GTO resterà per sempre nella storia come la capostipite del segmento delle supercar Ferrari che ha accolto negli anni F40, F50, Enzo Ferrari e LaFerrari, e fu apprezzata a tal punto che a fine produzione si contarono 272 unità consegnate.

Ferrari GTO, leprestazioni

Velocità massima: 305 km/h

Accelerazione:

  • 0-100 km/h, 4,9 s
  • 0-400 m, 12,7 s
  • 0-1000 m, 21,8 s

Leggi ora: le novità auto

Ultima modifica: 1 Marzo 2024

In questo articolo