Compravendita di auto usate, AUTO1.com lancia la funzione di negoziazione

1809 0
1809 0

AUTO1.com, la più grande piattaforma all’ingrosso d’Europa per auto usate, ha lanciato una funzione di negoziazione per rendere la compravendita di auto usate ancora più efficiente e meno dispendiosa in termini di tempo. Questa nuova funzionalità permette ai venditori e ai migliori offerenti di trattare direttamente online e in maniera anonima il prezzo finale di un’auto in pochi minuti.

Se un’asta si conclude con un’offerta inferiore al prezzo di riserva, il venditore può ora inviare una controfferta al miglior offerente tramite AUTO1.com. L’acquirente può quindi rispondere direttamente alla nuova offerta. Questo è particolarmente utile se l’offerta più alta è leggermente inferiore al prezzo di riserva dal venditore.

L’acquirente avrà 24 ore per accettare o rifiutare la controfferta. Gli acquirenti possono anche contrattare direttamente e inviare una nuova offerta al venditore che deve essere migliorativa rispetto all’offerta originale. Il venditore ha quindi 24 ore per rispondere ed eventualmente accettare o rifiutare questa offerta. Tutte le offerte vengono inviate online tramite la piattaforma AUTO1.com in pochi click senza ulteriori contatti tra i dealer. Se l’acquirente e il venditore non sono d’accordo sul nuovo prezzo finale, il venditore può facilmente rimettere l’auto in asta.

 

 

Le parole di Francesco Rocchi, Director Sales e Remarketing di AUTO1.com

La possibilità di fare una controfferta rende il processo di negoziazione al 100% digitale e più efficiente. Infatti, invece di iniziare nuovamente il processo di vendita perché il venditore non è soddisfatto dell’offerta più alta, lo stesso può semplicemente chiedere al miglior offerente di aumentare la sua offerta. È quasi come una trattativa dal vivo, cosa che i dealer apprezzano molto perché aiuta a vendere di più.”

Lavoriamo instancabilmente con i nostri dealer partner per migliorare costantemente tutti i nostri servizi su AUTO1.com, e con questa nuova funzione entrambi i negoziatori hanno un’opzione a testa per proporre un accordo finale veloce che assicura a tutti anche un migliore e più efficiente impiego del proprio tempo evitando di trascinare le trattative all’infinito.”, conclude Rocchi.

Leggi ora: Permute e digitalizzazione, i dealer italiani lontani dagli standard europei

Ultima modifica: 4 Ottobre 2021