Auto: le produzioni e riproduzioni delle auto più famose della tv

1698 0
1698 0

Le auto sono le protagoniste indiscusse di molte delle serie televisive più seguite dagli appassionati del piccolo schermo.

Molte delle auto sono state riprodotte appositamente per i set cinematografici, tanto da segnare la storia di epoche importanti. Come dimenticare, infatti, la mitica Supercar dai comandi vocali di una delle più seguite serie americane. Dagli anni ’70 ad oggi le auto hanno segnato l’immaginario di generazioni intere di spettatori di film per la tv. Tanto da portare molti di quei telefilm nella rosa delle serie più importanti della storia televisiva. Vediamo quali sono state le auto più amate della storia.

I modelli più riprodotti

L’auto in molti film non è solo un banale accessorio, ma è parte integrante della personalità stessa dei protagonisti delle serie. Sulle auto ruotano gran parte delle scene di azioni dei film. Tra i modelli che hanno goduto di maggiore fama sul piccolo e grande schermo, ricordiamo, per fare un esempio, la splendida Ferrari Testarossa in Miami Vice. Non solo un veicolo, ma uno status symbol sociale, che ostenta una ricchezza dal sapore tutto americano degli anni ’80. Così come anche la super auto Ford Lincoln Futura guidata da Batman, che ci traghettava direttamente nel futuro.

Indimenticabile anche la vettura dotata di elevatissima intelligenza artificiale K.I.T.T. Molto più che un’auto, era lei stessa la protagonista della famosa serie televisiva, Supercar. Ancora, potremmo ricordare la vetture dallo stile super graffiante, Generale Lee in Hazzard, nel ’69. Si trattava di una Dodge Charger, dotata anche di bandiera confederata sul proprio tettuccio.

Auto più popolari nei film

Molti dei telefilm, dove a fare da protagoniste erano proprio le auto, sono diventate col tempo delle vere e proprie icone televisive. Gran parte di essi hanno occupato i pomeriggi di teenagers negli anni ’70 e ’80. In questo modo sono state le protagoniste indiscusse delle serie entrate nelle case di milioni di spettatori, tanto da dettarne costumi e guidarne i desideri di molti di loro. Non è un caso che negli anni ’50 le quattro ruote vennero consacrate alla stregua di un mito.

Sono moltissime le auto divenute un mito in quegli anni. Partiamo, ad esempio, dalla Ford Crestline in Happy Days, negli anni ’80 trasmessa anche in Italia, sebbene fosse ambientata tra gli anni ’50 e ’60. Riportava sullo schermo la vita di una famiglia americana, con personaggi diventati ormai mitici. Happy Days rappresentò pr anni il sogno americano, popolato da auto e moto d’epoca. affascinante la Ford modello A, modificata Roadster che tutti ricorderanno nella sigla del telefilm. Il successo stesso del grande protagonista del film, Fonzie, ruotava proprio intorno alla sua mitica Triumph Trophy, modello TR-5.

Altro indimenticabile mito, quello di James Dean, con i suoi jeans e il giubbino in pelle e una delle auto che segnano il periodo dei Drive-in, parliamo delle Corvette. Si passa poi alla seguitissma famiglia Bradford, che segna il mito della Volkswagen Bulli. La serie giunge in Italia nel 1978, per proseguire fino agli anni ’90 con varie repliche. Volkswagen decise così di riproporre per il mercato lo storico minibus, completamente rivisitato.

Siamo nel ’76 quando giunegranno sul piccolo schermo i tre angeli che ammalieranno gli spettatori. Si tratta delle famosissime Charlie’s Angels, coordinate ad un misterioso capo che le contatta solo telefonicamente. Nasceva un nuove genere poliziesco tutto al femminile. LE tre protagoniste avevano come auto una Ford Mustang Cobra II di colore bianco.

Era il 1981 quandò arrivò Hazzard, uno dei telefilm più seguiti in Italia.
Protagonisti sono i componenti di una famiglia di fuorilegge, Duke, ai quali non è concesso di corcolare al di fuori dei confini della contea di Hazzard. Non saranno solo i Duke i protagonisti amati della serie, ma anche le Dodge Charger, dette Generale Lee, quella dei due personaggi del telefilm era di colore arancione, con il numero 1 stampato sulla fiancata e una bandiera confederata sul tettuccio.

Mentre, nelle isole Hawaii c’era negli stessi anni l’investigatore privato Thomas Magnum, l’attore Tom Selleck, a bordo della una Ferrari. Nel corso delle riprese ne vennero cambiati ben tre modelli. La prima fu una Ferrari 308 GTS, la seconda fu una 308GTSi, fino ad arrivare all’ultima che era una Ferrari 308 QV GTSi.

Sempre una Ferrari domina la scena anche in Miami Vice. La serie giunse nel nostro Paese nel 1984, per protrarsi fino al 1989. i protagonisti sono due poliziotti sotto copertura, in azione per le strade di Miami. Si dice che lo stesso Enzo Ferrari abbia lasciato in donazione alla produzione due Ferrari originali.

Come dimenticare poi la bellissima Porsche 356 Speedster, una Corvette C4 Convertible, che domina le scene del famoso telefilm per teenager, Beverly Hills 90210. Andò in onda tra il 1990 e il 2000, si trattò di una serie molto commerciale, i cui protagonsiti erano i gemelli Brendon e Brenda Walsh. La serie sarà molto discussa poiché tratta temi particolarmente forti per qugli anni, come la droga, il sesso, o l’abuso di alcolici. I protagonisti diverranno gli idoli di molti adolescenti del tempo, così come la Porsche 356 Speedster nera o la Corvette C4 Convertible e ancora la Mustang bianca di seconda mano guidata da Brendon. Mentre, le bella Kelly, simbolo della ricchezza americana, era a bordo della sua BWM cabrio rossa.

Nel 1996 giunge in Germania la serie tv Cobra 11, che per i suoi inseguimenti utilizzerà diverse berline come Audi, BMW, Ferrari, Hummer, oltre alle moto Kawasaki. Intanto, un’altra coppia famosa è quella, sul finire degli anni ’70, formata da Starsky e Hutch. Insieme a loro anche la Ford Gran Torino rossa e una striscia bianca, che era in codice chiamata Zebra 3.

Passando nel nostro Paese, anche qui l’auto è stata la protagonista che ha accompagnato molti personaggi televisivi nelle serie di maggior succeso. Ricordiamo tra queste Romanzo Criminale, dove i personaggi erano a bordo di una Lancia Fulvia HF 1.6. La serie, come molti sapranno racconta uno spaccato d’Italia particormente sofferto e sanguinoso. Riguardava la temibile e tristemente nota banda della Magliana, in una Roma anni ’70. Un tratto di storia dal sapore tutto italiano, dove le auto evocavano proprio uno stile di vita, imbevuto di passioni non sempre sane, al contrario, come in questo caso, malate e criminali.

Le auto, non solo un mezzo di locomozione, ma un vero simbolo sociale e storico. Sono molte quelle che hanno dominato la scena delle più seguite ed apprezzate serie per il piccolo e grande schermo. Hanno popolato l’immaginario collettivo della storia televisiva sin dai suoi albori, tanto da diventarne incarnazione di desiderio degli spettatori più appassionati.

Ultima modifica: 29 Marzo 2018