American Center for Mobility: storia e curiosità sul centro

1610 0
1610 0

Per collaudare veicoli a guida autonoma in tutta sicurezza verrà realizzato l’American Center of Mobility. Scopriamo di cosa si tratta!

Storia dell’American Center for Mobility

In realtà la storia dell’American Center for Mobility è ancora tutta da scrivere poiché il progetto non è ancora ultimato. Si tratta di una città-test nel sito di Willow Run in Ypsilanti (Michigan), adibita alla progettazione di veicoli a guida autonoma. Ciò permette di effettuare simulazioni di traffico senza comportare i rischi che ci sarebbero in una città reale.

Come detto, questa struttura è ancora in fase di lavorazione. L’American Center for Mobility è un’organizzazione senza scopo di lucro e si sta sviluppando grazie alle offerte dei maggiori gruppi automobilistici e non solo. Finora si segnalano infatti i contributi di: Hyundai, Ford, Toyota, AT&T e Visteon. Questi, in futuro, potranno usufruire del Centro per i test dei propri veicoli. Ad oggi sono stati raggiunti 108 milioni rispetto ai 130 milioni previsti.

La prima fase del progetto dovrebbe realizzarsi nel prossimo mese di dicembre dato che verranno inaugurate le prime strade. La struttura finale, prevista per la fine del 2019, avrà una estensione di duemila metri quadri. Nei prossimi mesi anche gli ambienti verranno ulteriormente modificati. Si cercherà di ricreare non solo le situazioni di traffico urbano, con semafori e strada bagnata, ma anche quelle di autostrade e gallerie.

Curiosità sull’American Center for Mobility

Il sito di Willow Run venne costruito da Henry Ford nel periodo della Seconda guerra mondiale. La sua funzione iniziale era quella di ospitare la produzione dei bombardieri B-24. In quella fabbrica lavorava anche Rose Will Monroe.

A lei si ispirò la cultura americana per la creazione del personaggio di Rosie the Riveter. Questa, con la bandana rossa a pois, la giacca da lavoro ed il muscolo in evidenza, divenne in breve tempo il simbolo delle lavoratrici americane nel periodo bellico. Oggi invece, viene utilizzata maggiormente come simbolo del femminismo e della forza delle donne. Negli anni ’50 il sito di Willow Run venne riconvertito dalla General Motors, ma chiuse i battenti nel 2010 dopo essere andata in bancarotta.

Biglietti per l’American Center for Mobility

A proposito di questo punto sono diversi gli interrogativi. Prima di tutto il Centro non è ancora ultimato per cui non è possibile trovare biglietti di alcun tipo. In secondo luogo, anche quando questo avverrà, non è possibile sapere se la città-test verrà aperta al pubblico.

Ultima modifica: 29 Novembre 2017