Toyota annuncia il graduale addio ai motori diesel

2815 0
2815 0

Anche Toyota si aggiunge alla schiera di costruttori che darà l’addio ai motori diesel. La Casa giapponese lo ha annunciato al Salone di Ginevra. L’alimentazione a gasolio rimarrà sui veicoli commerciali, ma nel corso del 2018 questo motore verrà gradualmente eliminato da tutte le vetture.

Alla base della decisione c’è la sempre più crescente richiesta di versioni ibride elettriche (HEV) da parte dei clienti. Nel 2017, gli HEV rappresentavano il 41% delle vendite totali in Europa. Un aumento del 38% su base annua a 406.000 unità. Al contrario, il mix diesel di Toyota sulle autovetture era inferiore al 10% nel 2017.

La nuova generazione Auris, che verrà prodotta a Burnaston il prossimo anno, sarà sprovvista di motori diesel. La gamma sarà infatti offerta con un motore benzina e due ibridi elettrici. La versione 1.2L Turbo, un benzina a 4 cilindri a iniezione diretta con turbocompressore (116 CV). La 1.8L HEV Powertrain di quarta generazione, come Prius e Toyota C-HR (122 CV). La nuova e più potente 2.0L HEV Powertrain da 180 cavalli.

Toyota è pioniera della tecnologia Hybrid Electric Vehicle da oltre 20 anni e per diversi anni le versioni HEV sono state il propulsore dominante offerto“, dice Johan van Zyl, Presidente e CEO di Toyota Motor Europe. “Nel nostro ultimo modello, Toyota C-HR, HEV ha rappresentato il 78% delle vendite dello scorso anno. Come parte della nostra strategia per veicoli elettrificati, stiamo progressivamente espandendo la nostra offerta HEV con un secondo motore 2.0L più potente. A partire dalla nuova generazione Auris, questa gamma HEV ampliata è una naturale reazione alle richieste dei nostri clienti. Il mix HEV di Toyota nelle autovetture ha già eguagliato il nostro mix diesel nel 2015. Da allora, le vendite di HEV hanno superato sostanzialmente le nostre vendite di diesel. Nei veicoli commerciali, continueremo a offrire gli ultimi motori diesel di ultima tecnologia”.

Ultima modifica: 6 Marzo 2018