Renault, Nissan e Mitsubishi: 14 milioni di auto nel 2022

3336 0
3336 0

Nel 2017 l’Alleanza costituita da Renault, Nissan e Mitsubishi Motors è diventata il più grande gruppo automobilistico al mondo in termini di volumi di vendite. Nel primo semestre 2017, i volumi sono cresciuti del 7% rispetto allo stesso periodo del 2016 toccando 5,27 milioni di unità. E le vendite cumulate di veicoli elettrici hanno superato le 500.000 unità.

Renault, Nissan e Mitsubishi, il piano per il 2022

Alleanza 2022, il nuovo piano annunciato per i prossimi sei anni, punta al raddoppio delle sinergie annuali dell’Alleanza. L’obiettivo è generare 10 miliardi di euro di sinergie alla fine del piano.

«Oggi, l’Alleanza supera una nuova tappa. Il piano Alleanza 2022 si prefigge la realizzazione di 10 miliardi di euro di sinergie annuali. Questo obiettivo sarà realizzato, da una parte, grazie all’accelerazione della collaborazione tra Renault, Nissan e Mitsubishi Motors sulle piattaforme, le motorizzazioni e le nuove tecnologie relative ai veicoli elettrici, autonomi e connessi. Dall’altra parte, le sinergie continueranno a crescere grazie all’incremento delle economie di scala. Le nostre vendite annuali dovrebbero superare 14 milioni di unità. Generando un fatturato di 240 miliardi di dollari alla fine del piano». Ha detto Carlos Ghosn, Presidente-Direttore generale dell’Alleanza.

L’utilizzo di piattaforme comuni si intensificherà con il piano Alleanza 2022, che prevede la produzione di nove milioni di veicoli su quattro piattaforme. Aumenterà anche l’utilizzo di piattaforme comuni, che rappresenteranno il 75% delle vendite totali dell’Alleanza.

L’utilizzo di piattaforme comuni si intensificherà con il piano Alleanza 2022. Che prevede la produzione di nove milioni di veicoli su quattro piattaforme. Aumenterà anche l’utilizzo di piattaforme comuni, che rappresenteranno il 75% delle vendite totali dell’Alleanza.

Il piano Alleanza 2022 prevede un netto incremento della condivisione delle tecnologie relative ai veicoli elettrici. E lo sviluppo e l’implementazione di avanzati sistemi di guida autonoma e di connettività e nuovi servizi di mobilità.

I punti del piano

• Nel 2022, oltre nove milioni di veicoli saranno assemblati su quattro piattaforme comuni. Nel 2016, erano stati prodotti due milioni di veicoli su due piattaforme.

• Al termine del piano, i partner condivideranno 22 motorizzazioni su un totale di 31 – un dato da confrontare con i 14 motori (su 38) condivisi nel 2016.

• Sarà creata una nuova piattaforma per veicoli elettrici, con capacità di guida autonoma, sul modello delle piattaforme comuni CMF.

• All’orizzonte del 2020, Mitsubishi Motors avrà accesso all’architettura CMF e potrà utilizzare le motorizzazioni comuni sui suoi modelli.

• Entro il 2020, piattaforme modulabili condivise per i veicoli elettrici, che copriranno numerosi segmenti; si prevede che il 70% dei veicoli elettrici sarà assemblato su tali piattaforme dal 2022.

• Introduzione, nel 2020, di una nuova famiglia di batterie e motori elettrici, condivisa da tutti i partner dell’Alleanza.

• Lancio di 12 nuovi veicoli al 100% elettrici entro il 2022.

• Autonomia per la guida elettrica superiore a 600 km entro il 2022 (metodologia di omologazione NEDC1).

• Riduzione del 30% del costo delle batterie entro il 2022 (rispetto al 2016).

• Tempi di ricarica ridotti a 15 minuti per un’autonomia di 230 km entro il 2022 (rispetto a 90 km in 2016)

• Pack batterie piatto e ottimizzato, a vantaggio di un aumento dello spazio nell’abitacolo e della libertà del design.

• Adozione, entro il 2022, della nuova tecnologia ibrida ricaricabile di Mitsubishi Motors come soluzione condivisa per i segmenti C e D.

• 2018: Veicolo con guida autonoma in autostrada, che richiede una sorveglianza costante dell’ambiente circostante da parte del conducente.

• 2020: Veicolo con guida autonoma in città, che richiede una sorveglianza costante dell’ambiente circostante da parte del conducente.

• 2020: Veicolo con guida autonoma in autostrada, che richiede una sorveglianza occasionale dell’ambiente circostante da parte del conducente.

• 2022: Primo veicolo al 100% autonomo, che non richiede l’intervento del conducente.

Ultima modifica: 16 Settembre 2017