Renault Espace E-Tech 200 cavalli, ibridi. Prova su strada

585 0
585 0

L’evoluzione della specie è un caposaldo della natura e funziona piuttosto bene anche nel mondo dell’auto. La sesta generazione di Renault Espace segue questa traccia evolutiva, che porta la gloriosa globe trotter francese nel segmento dei Suv.

Nata come «auto da vivere» (sette posti grandi spazi, comfort elevato e ampie vetrate), Espace rivoluzionò nel 1984 il modo di viaggiare. Attraverso cinque generazioni, questa è la sesta, ha venduto nel mondo 1,3 milioni di unità, di cui 78.000 in Italia.

Oggi questa icona Renault cambia volto e stile, sfruttando le potenzialità offerte dalla piattaforma CMF-CD, che già produce il Suv compatto Austral e metterà in pista anche Rafale, un grande crossover che verrà presentato a breve.

Con questi presupposti Espace lascia il design classico da auto per famiglia per ispirarsi in modo marcato ad Austral.

Il motore è lo stesso, l’ottimo E-Tech Full Hybrid da 200 cv che promette 4,6 litri/100km. Il sistema è composto da un 3 cilindri benzina 1,2 più due motori elettrici, uno da 50 kWh e l’altro da 25 kWh.

Alla buona autonomia concorre la frenata a recupero energetico, che si può regolare nell’intensità con le palette ai lati del volante.

L’evoluzione della specie trasforma Espace in una grande Austral: un suv con linea filante, buona aerodinamica (CX 0,812) frontale aggressivo e peso contenuto (-215 kg rispetto alla quinta generazione).

Nella versione a sette posti, il bagagliaio (da 1.714 litri a sedili abbassati) viene notevolmente ridotto per far spazio alla terza fila di sedili, dove possono trovar posto due bambini o passeggeri di bassa statura.

Il sedile-divanetto della seconda fila offre comunque la possibilità di trasformare gli spazi interni perché può scorrere fino a 22 cm.

Espace, come va su strada

Costruita a Palencia, in Spagna, in un centro produttivo ad altissima robotizzazione, la globe trotter di Renault propone interni di alta qualità, sellerie in pelle, cruscotto con grande plancia digitale e touch verticale, come su Megane e Austral.

La sensazione è quella di trovarsi in un salotto viaggiante con 39 litri di vani portaoggetti e Google integrato, che permette di usare il touch come uno smartphone. Una chicca è il tetto trasparente lungo 1330 mm che trasmette una grande sensazione di libertà.

Alla guida Espace è davvero sorprendente per potenza e agilità. Il diametro di sterzo da 10,4 m e le quattro ruote regolate dal Control Advanced System consentono a una vettura lunga 4.720 millimetri (14 cm in meno dell’ultima versione) di danzare fra le curve con l’eleganza di una ballerina.

Il motore E-Tech è sempre pronto e reattivo e il cambio automatico asseconda in modo puntuale le accelerazioni.

Il successo di questo tipo di motorizzazione, che è stata adottata anche da Megane, Austral e Arkana, è confermato dai dati in possesso di Renault: l’80% dei nuovi contatti richiede il sistema E-Tech.

Nella trasformazione da monovolume a Crossover, Espace perde qualcosa in termini di spazio per la terza fila ma segna un progresso tecnologico che sollecita le attenzioni di nuovi clienti, catturati anche dal mondo Premium.

La nuova Espace, già prenotabile negli showroom Renault, arriverà in Italia a ottobre in tre allestimenti molto accessoriati (Techno, Esprit Alpine e Iconic) con prezzi che partono da 43.700 euro.

Scarica ora: listino Renault Espace 2023

E anche questa è una bella sorpresa per un Suv del segmento D, che guarda alle famiglie e al futuro ma con un grande passato alle spalle.

Ultima modifica: 15 Giugno 2023

In questo articolo